menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrosinistra per Arezzo: "L'incarico gratuito a Mancini Proietti è operativo, chiediamo spiegazioni"

Il ruolo conferito permette al nominato ampie possibilità operative e di accesso a documenti amministrativi e burocratici e non è chiaro, dal decreto, quali siano le motivazioni specifiche che hanno portato alla nomina

Il gruppo consiliare “centrosinistra per Arezzo” ritiene necessario presentare un'interrogazione circa il conferimento di un incarico fiduciario, a titolo gratuito, Mario Mancini Proietti che ha rivestito il ruolo di vice questore della Polizia di Stato a Montevarchi e in altre questure della Toscana.

"La presidente ha sottolineato, nel decreto e sulla stampa, che Mancini Proietti era già un suo referente dal 18 settembre del 2019, pur in assenza di specifico e formale incarico. Il ruolo conferito permette al nominato ampie possibilità operative e di accesso a documenti amministrativi e burocratici e non è chiaro, dal decreto, quali siano le motivazioni specifiche che hanno portato alla nomina, considerato inoltre che nel suddetto decreto non sono dettagliate le tipologie di attività di supporto che il Dott. Mancini Proietti dovrebbe esercitare in seno all'ente."

La stessa Presidente nel gennaio del 2019 aveva provveduto alla nomina di Marco Morbidelli che risulta essere attuale consigliere comunale di Castelfranco Piandiscò nonché primo dei non eletti al consiglio provinciale.

"Nella nostra interrogazione abbiamo invitato la presidente ad integrare il decreto indicato in premessa dettagliando le ragioni della scelta in funzione delle competenze della Provincia e dei compiti assegnati  per aumentare non solo la trasparenza ma per rendere la nomina più comprensibile. Abbiamo inoltre chiesto alla presidente di sapere se al settembre del 2019 il Dott. Mario Mancini Proietti avesse già raggiunto la pensione dalla Polizia di Stato e di conoscere in ragione di quali competenze dell'Ente Provincia, visto sui media il curriculum del nominato, vi sia la necessità di effettuare questa tipologia di nomina.

Infine, in ragione del fatto che “è dato accesso a tutti gli atti materiali e dematerializzati degli archivi della provincia e potrà altresì avvalersi per le esigenze burocratiche dell'assistenza del personale amministrativo degli uffici – che forniranno al riguardo piena collaborazione, qualora richiesta” abbiamo chiesto quali specifici compiti gli sono stati attribuiti.

Si è chiesto in ultimo alla presidente della Provincia di Arezzo se allo stato attuale Marco Morbidelli risulti ancora avere incarichi e, in caso affermativo, per quali tipologia di supporto."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Lampi e tuoni, come calcolare la distanza di un temporale

social

La leggenda di Matelda, la "vedova nera" dei Conti Guidi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento