Politica

Ceccarelli (Pd): “Superare i gap tra territori e le differenze di genere”

Verso il nuovo Programma Regionale di Sviluppo. Risoluzione del Gruppo Pd approvata ieri in Consiglio Regionale

Vincenzo Ceccarelli, foto d'archivio

Una Toscana più coesa, capace di superare gli squilibri  tra i territori e le differenze di genere. E’ questa la sintesi estrema della risoluzione approvata ieri in Consiglio Regionale, con la quale il gruppo Pd indirizza l’azione del presidente e della giunta regionale nella costruzione del nuovo Programma regionale di sviluppo (Prs) 2021-2025.

«Dobbiamo cogliere a pieno le opportunità che ci saranno offerte – spiega il capogruppo Pd Vincenzo Ceccarelli -  con l’obiettivo prioritario di una Toscana più forte, che unisca l’area centrale più ricca e urbanizzata  a quella della costa e dalle aree interne. Il tutto all’interno di un disegno di rilancio e di transizione verso un’economia sempre più sostenibile dal punto di vista ambientale e sociale, favorendo l’occupazione femminile, la digitalizzazione e la competitività del sistema produttivo e della PA toscana, mirando ad attestare la Toscana tra le regioni più avanzate del Paese e d’Europa».

Intervenuto a conclusione del dibattito che ha seguito la comunicazione del presidente Giani, Ceccarelli ha illustrato la risoluzione presentata dal Gruppo Pd.

«La vera novità – ha detto il capogruppo – è che questa volta ci saranno risorse molto importanti, a differenza del passato dove prevaleva il contenimento della spesa. Quindi, siamo di fronte ad una grande occasione. La priorità sarà per Sanità, che pure parte da un livello di eccellenza, prima in Italia nei livelli essenziali di assistenza, come attestato in questi giorni dallo studio di Agenas. Ma anche per il lavoro, mettendo al centro sviluppo sostenibile, coesione sociale, innovazione e transizione tecnologica, non solo dell’impresa ma anche della Pubblica Amministrazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ceccarelli (Pd): “Superare i gap tra territori e le differenze di genere”

ArezzoNotizie è in caricamento