Venerdì, 25 Giugno 2021
Politica

Castelfranco Piandiscò, l'opposizione: "L'acqua pubblica svenduta un'altra volta. Per una seggiola"

Intervento dei consiglieri Morbidelli, Gagliardi, Brunetti dopo la decisione - passata con 7 voti favorevoli e 5 contrari di aderire alla nuova Holding Publiacqua - da parte del Comune

I consiglieri della Lista Civica Castelfranco Piandiscò intervengono di nuovo sulla costituzione della holding dell'acqua a cui aderirà il Comune di Castelfranco Piandiscò. "Non si capisce cosa abbia mosso questa schizofrenica decisione del sindaco. In effetti un motivo ci sarà", dicono Morbidelli, Gagliardi, Brunetti dopo la decisione - passata con 7 voti favorevoli e 5 contrari - di aderire alla nuova Holding Publiacqua da parte del Comune.

"Escluso un interesse per la nostra comunità - lo dicono i dati, le premesse, la stessa scelta della Holding  che è una società di capitali studiata per fare profitti e che vorrebbe essere quotata in borsa - resta l'illusione di contare qualcosa con lo 0,405%.  Deleghiamo a Firenze e Prato le nostre scelte. Se stare in ginocchio di fronte alla Signoria per Cacioli è un punto di arrivo, se ossequiare il presidente della Regione Giani per Cacioli è uno stile di vita, purtroppo per noi, non avremo posti di rilevo tali da contare qualcosa. Ma se per caso avessimo anche questo, non sarebbe un caso ma un calcolo e potremmo dire che Cacioli ha svenduto un'altra volta l'acqua pubblica per una seggiola per qualcuno. Perché di amici che non ritroveranno posto in Parlamento prossimamente ne avremo almeno 300 e questi carrozzoni sono l'ideale per continuare a vivere si prebende, gettoni e indennità in una società solo 'privata' nei vantaggi, ma gestita con i sistemi della peggiore politica delle nomine. Non possiamo dimenticare comunque che coloro che nel 2004 concessero gratis la nostra acqua a Publiacqua, oggi si stracciano le vesti in pubblico per questa oscena scelta. A loro attribuiamo il peccato originale, ma anche quello successivo di aver cercato voti per Cacioli a Castelfranco, appena due anni fa. Abbiamo votato contro convintamente sostenendo le tesi del comitato acqua bene comune e l'esito del referendum del 2011".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Castelfranco Piandiscò, l'opposizione: "L'acqua pubblica svenduta un'altra volta. Per una seggiola"

ArezzoNotizie è in caricamento