Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Caso Pacini, Meloni: "Giustizia dopo un lungo calvario". Salvini: "Fine di un incubo giudiziario"

Le reazioni del mondo della politica in seguito alla notizia dell'archiviazione da parte del gip

La notizia dell'archiviazione del procedimento a carico di Fredy Pacini, il gommista di Monte San Savino che sparò - uccidendolo - ad un ladro che si introdusse nella sua officina, ha innescato numerose reazioni. 

La leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, che aveva fatto visita a Pacini nella scorsa primavera, ha scritto un post sul proprio profilo Facebook: 

Finalmente archiviato il caso di Fredy Pacini, il gommista che sparò a un ladro entrato di notte nella sua attività. Un anno fa lo incontrai per mostrargli tutta la mia solidarietà per quanto stava vivendo dopo essersi semplicemente difeso. Oggi, dopo un lungo calvario giudiziario, finalmente viene riconosciuta la sua innocenza. La difesa è sempre legittima!

Anche Matteo Salvini ha pubblicato un post sulla vicenda:

Grazie alla nuova legge sulla legittima difesa voluta dalla Lega (che esclude la punibilità per chi abbia salvaguardato la propria incolumità in uno "stato di grave turbamento, derivante dalla situazione di pericolo") è stato archiviato il caso di Fredy Pacini, il gommista di Monte San Savino (Arezzo) che si difese nella sua azienda - bersagliata dai furti - sparando e purtroppo uccidendo un ladro. 
Dopo quasi tre anni finisce l'incubo giudiziario, sono davvero felice per Fredy e i suoi cari, spero di poter tornare presto a trovarli e abbracciarli: Giustizia è fatta!

L'entusiasmo di Nisini 

Anche la senatrice Tiziana Nisini (Lega) ha commentato la notizia.

"Un'ottima notizia, Fredy Pacini non sarà processato.  Fin da subito avevo espresso la mia solidarietà e la promessa che non sarebbe stato lasciato solo dalle Istituzioni. Oggi si può dire che legittima difesa è fatta- Inoltre, è positivo apprendere, che la sentenza sia stata presa applicando la Legge sulla legittima difesa introdotta quando Matteo Salvini è stato Ministro dell'Interno. Certo, deve essere chiaro che c'è sempre piena fiducia e rispetto nelle indagini della magistratura a prescindere, ma di sicuro quando ci sono dei precedenti come il caso Pacini, più volte trovatosi a fare i conti con dei malviventi, non si può non tener conto". 

Fredy Pacini non sarà processato: "E' legittima difesa"

"Ci tengo a dire che sono vicina a tutti i Fredy Pacini e alle loro famiglie. Sarò sempre dalla parte dei cittadini onesti che con grandi sacrifici portano avanti il proprio lavoro", in una nota la senatrice e sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Tiziana Nisini, in merito alla decisione del giudice delle indagini preliminari di Arezzo, Fabio Lombardo di archiviare il caso del gommista Fredy Pacini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pacini, Meloni: "Giustizia dopo un lungo calvario". Salvini: "Fine di un incubo giudiziario"

ArezzoNotizie è in caricamento