Casa delle Culture, OraGhinelli: "Il contratto costa ben 347.677 euro"

In questi giorni si è accesa la polemica sul destino della Casa delle Culture e sulla gestione della stessa da parte di Oxfam. Questa la nota di OraGhinelli: Tra tutti, si distingue per rozzezza e disinformazione il volantino a firma “Aurora...

ora-ghinelli-consiglio-comunale

In questi giorni si è accesa la polemica sul destino della Casa delle Culture e sulla gestione della stessa da parte di Oxfam.

Questa la nota di OraGhinelli:

Tra tutti, si distingue per rozzezza e disinformazione il volantino a firma “Aurora Circolo Culturale Arci” in cui si accusa un’amministrazione “ignorante fatta di ignoranti” (una virgola non ci sarebbe stata male), spinta da mera ideologia poiché “le associazioni che animano il luogo non siano di destra”, ed altre varie amenità.

Sarebbe il caso che questi fenomeni della comunicazione aggiungessero alcuni “piccoli” particolari per rendere un’informazione completa ai cittadini e non apparire, come invece sembra, spinti da interessi diretti.

Allora, visto che gli “acculturati” sinistrorsi i dati non li forniscono, li diamo noi: il contratto con Oxfam, sulle cui ultime “peripezie” eviteremo di entrare, è stato stipulato dall’amministrazione Fanfani il 31 marzo 2015, IN PIENA CAMPAGNA ELETTORALE: è costato, ai cittadini, “solo” 347.677 (diconsi TRECENTO- QUARANTASETTEMILA-SEICENTOSETTANTASETTE EURO) oltre a tutte le spese di manutenzione, tutte le utenze (ci mancherebbe!) ivi comprese quelle della fotocopiatrice e della modulistica. Tanto paga Pantalone!

Questi “spiccioli” a fronte di un servizio che doveva consentire uno sportello informativo agli immigrati garantito da due operatori per “ben” 5 ore giornaliere ed alcune non meglio definite attività collaterali.

Piuttosto stupiti che uno dei contratti più cospicui fosse stato stipulato a fine legislatura, già subito dopo l’insediamento il nostro gruppo interrogò sulla questione l’assessore Magi che, quasi “rassegnata” dall’esistenza di un contratto, garantì un monitoraggio del servizio anche in relazione all’elevato costo dello stesso.

ORA, finalmente, questo contratto andrà a scadere ed auspichiamo una gestione “in house” del servizio, con evidenti e consistenti risparmi, con buona pace dei

frequentatori di piazza Sant’Agostino e della loro acrimoniosa e non disinteressata demagogia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Coordinamento di ORA Il Gruppo Consiliare OraGhinelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento