Mercoledì, 4 Agosto 2021
Politica

Casa delle Culture in consiglio con la petizione, poi lo statuto della Fondazione Cultura. I temi caldi di oggi

Un consiglio comunale denso di argomenti importanti per la città quello di oggi, con l'ufficio di presidenza convocato per le 8:30 e la seduta aperta dalle 9:00. Convocazione-e-ordine-del-giorno-CC-24-aprile-2018 Il clou del dibattito si...

AULA-CONSIGLIO-COMUNALE-1

Un consiglio comunale denso di argomenti importanti per la città quello di oggi, con l'ufficio di presidenza convocato per le 8:30 e la seduta aperta dalle 9:00.

Convocazione-e-ordine-del-giorno-CC-24-aprile-2018

Il clou del dibattito si registrerà probabilmente con l'arrivo all'undicesimo punto con la proposta di delibera di iniziativa popolare per la prosecuzione delle attività della Casa delle Culture di Arezzo che arriva in consiglio dopo una raccolta firme da parte di tante associazioni aretine. La presenterà Luciana Pastorelli e poi si snoderà il dibattito tra maggioranza e opposizione. Il nocciolo della questione sta nel mancato rinnovo del contratto con Oxfam e le altre associazioni che svolgono le attività di informazione e formazione per gli stranieri che arrivano nel nostro territorio.

L'assessore Tanti ha ribadito che la data di scadenza è quella del 31 maggio e che poi il Comune di riorganizzerà, con i servizi che reputa necessari con il coinvolgimento della Fraternita di Laici.

Dall'opposizione, Pd e Arezzo in Comune, avevano ribadito invece che essendo un progetto finanziato dal Piuss i cinque anni sarebbero scaduti a novembre e che comunque non aveva senso interrompere queste attività volte all'integrazione culturale.

Ma prima di arrivare a questo punto ci vorranno delle ore. Perché prima di tutto ci saranno le interrogazioni, con alcuni punti caldi, come la contestazione da parte di Alessandro Caneschi del Pd delle modifiche allo statuto della Fondazione Guido d'Arezzo per trasformarla in Fondazione Cultura senza il coinvolgimento di soci fondatori come Regione e Provincia, poi il destino del polo digitale dopo il no del sindaco Ghinelli al progetto dei Negrita e interrogazioni sulle politiche sociali.

Poi saranno presentati per l'approvazione i rendiconti di gestione del 2017 della Biblioteca prima e dell'Istituzione Giostra poi. Il vicesindaco Gamurrini porterà in aula la variazione al piano triennale delle opere pubbliche con il relativo elenco. Mentre l'assessore Merelli presenterà la variazione al bilancio triennale e al documento unico di programmazione. Ci sarà anche da ratificare la nomina dei revisori contabili con i nomi estratti dalla prefettura e dopo l'approvazione da parte del consiglio comunale.

Poi toccherà all'assessore Comanducci con il regolamento sull'area di vendita della pensilina dell'interporto di Indicatore per i produttori agricoli.

Terminato il dibattito su tutte queste delibere si arriverà al tema della Casa delle Culture.

Iscritti anche 11 atti di indirizzo e mozioni.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa delle Culture in consiglio con la petizione, poi lo statuto della Fondazione Cultura. I temi caldi di oggi

ArezzoNotizie è in caricamento