Lunedì, 27 Settembre 2021
Politica

Cantarelli, attesa per la valutazione del commissario

Con oggi scadono i dieci giorni che il commissario straordinario Leonardo Romagnoli si era preso per valutare i documenti presentati nell'unica busta pervenuta nello studio del notaio Pasquale Marino di Firenze per l'acquisizione della storica...

Con oggi scadono i dieci giorni che il commissario straordinario Leonardo Romagnoli si era preso per valutare i documenti presentati nell'unica busta pervenuta nello studio del notaio Pasquale Marino di Firenze per l'acquisizione della storica azienda di alta moda uomo Cantarelli.

Il 12 settembre scorso infatti i sindacati e lo stesso Romagnoli si ritrovarono a Firenze per l'apertura delle buste. L'unica sul tavolo è stata quella presentata da Men's Fashion, la società nata ad hoc dall'unione di Antongiulio Pacenti che nei mesi scorsi ha rilevato il marchio della Mabro a Grosseto e dal bulgaro Martin Yordanov patron della Richmart.

Nella casella di posta elettronica invece, pare con qualche minuto di ritardo rispetto alla scadenza di mezzogiorno dell'8 settembre, era arrivata anche un'offerta, però non vincolante, di Bax Molise, azienda che ha sede nella zona industriale di Pettoranello di Molise in provincia di Isernia, la stessa zona in cui hanno avuto sede altre aziende del settore tessile che non hanno navigato in buone acque, come la Ittierre prima e la Oti adesso. Dall'indirizzo però non si evince se parte delle aziende possano coincidere, o se gli stabilimenti siano gli stessi.

Non rispettando i criteri di forma e di contenuto richiesti dal bando di vendita, pare evidente che questa non possa essere tenuta in considerazione e che quindi il lavoro del commissario si sia concentrato sui documenti prodotti dalla Men's Fashion.

A questo punto i lavoratori in primis attendono che la vicenda faccia un passo avanti nelle prossime ore. Il commissario infatti dovrà comunicare la fine di questa fase di valutazione, comunicandola al Ministero per lo sviluppo economico, poi convocare l'aggiudicatario e i sindacati che dovranno mettersi al tavolo insieme, iniziare le trattative e trovare un accordo, passaggio senza il quale non si potrà perfezionare la vendita di Cantarelli. Ad essere determinanti saranno la solidità economica del progetto presentato, le prospettive future ed in generale il piano industriale che, finita questa fase di valutazione potrà essere conosciuto maggiormente nel dettaglio dai sindacati e dai lavoratori. Questo sarà determinante per capire quanti posti di lavoro si salveranno e che futuro avrà l'azienda che ha sempre fatto della qualità e del made in Italy il suo punto di forza.

In tutta questa attesa una data c'è, è quella del 12 dicembre, giorno in cui scade l'incarico al commissario straordinario (nella foto al centro, insieme all'onorevole Donati e al sindaco Basanieri, in occasione di Pitti Uomo del giugno scorso) che ha richiesto una proroga per soli tre mesi. E' la stessa data entro la quale si dovrà perfezionare la vendita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cantarelli, attesa per la valutazione del commissario

ArezzoNotizie è in caricamento