Politica

Caneschi (Pd): "E' già finita la luna di miele tra Ghinelli e gli aretini"

Intervento di Alessandro Caneschi, segretario comunale del Pd di Arezzo sulla classifica di gradimento dei sindaci italiani pubblicata dal Sole 24 ore. "Le classifiche dei quotidiani, seppur molto autorevoli come il Sole 24 Ore, non sono...

alessandro-caneschi

Intervento di Alessandro Caneschi, segretario comunale del Pd di Arezzo sulla classifica di gradimento dei sindaci italiani pubblicata dal Sole 24 ore.

"Le classifiche dei quotidiani, seppur molto autorevoli come il Sole 24 Ore, non sono sentenze ma segnali da analizzare - dicono dal Pd -. Nella classifica di gradimento dei sindaci da parte dei cittadini, Alessandro Ghinelli, è risultato ultimo tra quelli eletti nel 2015 e terzultimo in Toscana. Non vogliamo fare un sterile polemica politica e sappiamo che sette mesi sono pochi per una valutazione ma allo stesso tempo rileviamo che la "luna di miele" con la città non è solo terminata ma forse non é neppure mai iniziata. Cosa vuol dire non aver migliorato il dato del voto ed essersi collocato nella parte bassa della classifica, sia toscana che nazionale? Probabilmente molte cose. Ne citiamo due: aver tentato ingenuamente di bloccare alcuni progetti della precedente amministrazione e non averne di nuovi da proporre alla città".

Prosegue così la nota di Caneschi

Ci permettiamo di ricordare all'Amministrazione di Arezzo che il Governo Renzi, con l'allentamento del Patto di Stabilità, ha messo i Comuni nelle condizione di utilizzare più risorse finanziarie e quindi la possibilità di fare nuove opere e dare il via a nuovi investimenti. In questi mesi il Sindaco e la Giunta si sono spesso persi dietro a inutili polemiche politiche e ad attacchi al governo: non è quello che avevano dichiarato in campagna elettorale, quando si sono mascherati dietro un finto civismo, non è quello che deve fare un'amministrazione che una volta eletta deve rappresentare tutti i cittadini. Chiediamo che il Sindaco Ghinelli abbandoni le polemiche quotidiane, coinvolga il sistema economico e quello sociale nell'individuazione delle priorità e inizi a progettare. La situazione attuale non può che essere definita d'emergenza e il Pd rivolge un appello anche al mondo politico del centro sinistra affinchè maturino le condizioni per definire, congiuntamente, una strategia per il futuro di Arezzo.

Il Pd, fin dalle prossime settimane, farà la sua parte: a livello di partito e di gruppo consiliare. Siamo consapevoli che la qualità progettuale e la capacità di fare sistema da parte della destra non sono all'altezza delle sfide che attendono la nostra comunità. Il sindaco può continuare il suo viaggio verso il fondo classifica, noi cercheremo di fare di tutto affinché non porti Arezzo con sé.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caneschi (Pd): "E' già finita la luna di miele tra Ghinelli e gli aretini"

ArezzoNotizie è in caricamento