Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

"Buoni spesa, a quando l’erogazione?". L'affondo del M5S: "Inaccettabili ritardi"

"Lavorare con metodo è corretto ma, in questo caso, anche la celerità è un requisito importante dato che si parla di buoni spesa alimentari per famiglie in difficoltà"

"Nessun buono spesa è stato ancora erogato dal comune di Arezzo a seguito del contributo governativo di 525.803,82 euro". Ad intervenire pubblicamente è il Movimento 5 Stelle che esprime le proprie perplessità circa il sistema di erogazione dei contributi per i buoni spesa.

"Fin da subito - proseguono i militanti del Mov. - abbiamo nutrito dubbi circa i criteri scelti dal Comune di Arezzo per l'erogazione dei buoni spesa a favore delle persone in difficoltà a causa dell'emergenza Covid-19. Allo stesso modo abbiamo inizialmente deciso di restare in silenzio per non alimentare nessun tipo di polemica. Adesso però sentiamo la necessità di intervenire.  Ci giungono segnalazioni di cittadini ai quali non solo non è stato dato nessun sostegno alimentare ma, addirittura, pare che siano stati informati che l'erogazione non avverrà in tempi brevi".

Secondo gli esponenti pentastellati, le modalità scelte dal Comune mostrerebbero dei limiti. "Limiti propri - continuano - di una gestione ingessata della cosa pubblica, che lascia così decine di famiglie in difficoltà, alcune con minori o persone anziane a carico. Bisogna fare qualcosa e bisogna farlo adesso".

Stando a quanto sostenuto dal M5S il modello di autocertificazione per la richiesta dei buoni spesa alimentari "si presta a vari dubbi interpretativi e la sua compilazione, senza consulto con gli assistenti sociali, causa un sovraccarico di lavoro per gli uffici comunali che si trovano a dover analizzare le oltre 3296 richieste arrivate senza che vi sia stato un filtro preventivo che avrebbe snellito senz'altro la procedura. Come se non bastasse, i tempi si allungheranno ulteriormente perché nel verbale dell'adunanza della Giunta comunale del 6 aprile si rinvia la determinazione del valore dei buoni spesa ad un successivo atto. Su questo punto ci è sembrato molto più funzionale quanto fatto dal comune di San Giovanni Valdarno che fin da subito ha stilato un elenco con gli importi da erogare in base al numero dei componenti del nucleo familiare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Buoni spesa, a quando l’erogazione?". L'affondo del M5S: "Inaccettabili ritardi"

ArezzoNotizie è in caricamento