Borghi (Lega): "Banca Etruria, la Regione Toscana finanzi la class action"

Sulla questione Banca Etruria interviene anche il consigliere regionale di opposizione Claudio Borghi (Lega Nord). “Il salva-banche è incostituzionale”, dice. Il decreto legge salva-banche approvato dal Consiglio dei Ministri domenica scorsa è...

Banca-Etruria-Sede

Sulla questione Banca Etruria interviene anche il consigliere regionale di opposizione Claudio Borghi (Lega Nord). “Il salva-banche è incostituzionale”, dice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Il decreto legge salva-banche approvato dal Consiglio dei Ministri domenica scorsa è contro la nostra Costituzione. La tutela del risparmio è garantita e incoraggiata dalla nostra Carta fondamentale, anche se il Governo Renzi è abituato ad usarla secondo proprio comodo. Solo con il salvataggio di Banca Etruria, da un giorno all’altro sessantamila persone sono state private dei propri risparmi, dal momento che azioni e obbligazioni hanno subito un azzeramento di valore; per la grande maggioranza dei casi si tratta di piccoli risparmiatori, di famiglie per le quali anche mille euro possono fare la differenza.

Banca Etruria, il cui vice-presidente è il padre del Ministro delle Riforme, è uno dei più fulgidi esempi del concetto di governo del PD e di sistema di potere trasversale vigente in Toscana, ovvero regalare soldi agli amici per creare consenso, a costo di distruggere interi territori e città (MPS insegna); ma non dimentichiamo che lo scorso gennaio la stessa Banca Etruria è stata oggetto, insieme ad altri Istituti bancari, del decreto sulle Banche popolari, preceduto pochi giorni prima da una speculazione che ha avuto ben pochi precedenti.

Vogliamo impegnare la Regione a contribuire alle spese che saranno sostenute da quei cittadini toscani cui sono stati azzerati i risparmi per la futura class action nei confronti del Governo; inoltre, chiederemo alle nostre Regioni di sollevare la questione di legittimità costituzionale del decreto salva-banche davanti alla Corte suprema. Il Premier e i suoi, per appoggiare i diktat dei padroni dell’Europa, ne stanno combinando davvero troppo grosse; è ora di fermarli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento