rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Politica Saione

"Benvenuto vescovo Andrea". Il saluto di Demos Arezzo a Migliavacca

"L’osservatorio sociale, culturale, civile dei cattolici democratici Demos si unisce alla comunità ecclesiale e a tutte le donne e gli uomini di buona volontà nell’accoglierti come pastore della chiesa aretina"

Domani Andrea Migliavacca arriverà ufficialmente ad Arezzo. Sarà lui ha ereditare la giuda della diocesi di Arezzo Cortona Sansepolcro dopo il mandato di Riccardo Fontana. Un insediamento, quello del nuovo vescovo, particolarmente atteso da parte del mondo religioso, istituzionale e politico. Sentimento conviso anche da Demos che, attraverso una nota, esprime il proprio entusiasmo per l'arrivo di Migliavacca. 

"Arezzo la città di Donato vescovo, di Lorentino e Pergentino, con i suoi vuoti urbani, con i suoi "invisibili", con i suoi scarti a cui fa da contrappeso una storia ricca di cultura e lavoro, di “grandi” del passato e di marchi industriali che hanno fatto la storia della manifattura italiana del secolo scorso, di straordinarie opere sociali come il Calcit e di servizi alle povertà come la Caritas; Demos saluta il vescovo Andrea: benvenuto. L’osservatorio sociale, culturale, civile dei cattolici democratici Demos si unisce alla comunità ecclesiale e a tutte le donne e gli uomini di buona volontà nell’accoglierti come pastore della chiesa aretina. Demos ha animato “Viaggio nei quartieri aretini”, una campagna di cittadinanza sociale partendo da Saione come laboratorio d’integrazione sociale, Saione luogo di accoglienza, Saione territorio in cui lavorare per declinare Arezzo solidale, una prospettiva di sviluppo per una città che come diciamo noi di Demos “… non arretra dentro le Mura ... “ , non si rinchiude dentro i fortini delle proprie case, delle inferriate, delle porte blindate, è Arezzo città dell’accoglienza che vuole vivere una prospettiva interdipendente e di coesione laboriosa. A Saione, quartiere dai tanti colori, anche noi di Demos accoglieremo il vescovo Andrea. In questo quartiere che è ormai cosmopolita, territorio di frontiera, permangono i segni di contraddizione sociale: tanti bambini che animano le sue strade e i “senza dimora” che dormono la notte “accucciati” alle pareti del supermercato del palazzo ex-Standa, Saione pieno di vita e al tempo stesso con la damnatio dello smercio della droga al parco di Campo di Marte e al  colle del Pionta. A Saione ti saluteremo e ti accoglieremo Vescovo Andrea. I cattolici democratici di Demos augurano l’arrivo di una nuova primavera per la chiesa aretina, un cammino di Evangelizzazione e Promozione umana per i quartieri di Arezzo, un segno solidale di coesione e fraternità, in particolare per i “piccoli” che sempre più affollano il “basso” sociale della nostra comunità. Una nuova primavera che sconfigga quella cultura dello “scarto” che può trovare l’Alleanza civile di tante associazioni cattoliche e laiche, di tanti gruppi e movimenti che quotidianamente lavorano al bene comune. Ti aspettiamo e salutiamo con speranza e gioia vescovo Andrea".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Benvenuto vescovo Andrea". Il saluto di Demos Arezzo a Migliavacca

ArezzoNotizie è in caricamento