Bardelli (FI): “Malavita organizzata. Vietato abbassare la guardia”

Di seguito riportiamo un intervento del consigliere comunale di Arezzo, Roberto Bardelli riguardante la sicurezza e la lotta alla criminalità organizzata. Vietato abbassare la guardia: in momenti come questi dove purtroppo l’economia ristagna e...

Di seguito riportiamo un intervento del consigliere comunale di Arezzo, Roberto Bardelli riguardante la sicurezza e la lotta alla criminalità organizzata.

Vietato abbassare la guardia: in momenti come questi dove purtroppo l’economia ristagna e si affaccia anche nel territorio aretino la criminalità organizzata. Le organizzazioni criminali ne approfittano per infiltrarsi nel tessuto sociale e in vari settori dell’imprenditoria locale, sempre con mire espansionistiche.

Dal report della DIA (Direzione investigativa antimafia), che purtroppo è passato sottotraccia, viene rilevato che tali organizzazioni hanno un approccio orientato verso attività di riciclaggio e reinvestimento di capitali ottenuti in modo illecito e verso fittizie intestazioni di beni immobiliari o di società di comodo, società che vengono utilizzate per operazioni poco trasparenti. Colpisce anche la capacità, oramai conclamata, di queste organizzazioni di operare con logiche e metodi manageriali. Da non sottovalutare anche la tendenza a insinuarsi nel settore degli appalti sia pubblici che privati, in particolare nelle fasi esecutive, nel tentativo, neanche troppo velato, di aggirare le stringenti verifiche antimafia che vengono effettuate durante le procedure di aggiudicazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ultima nota spiacevole, è l’aumento della malavita organizzata di matrice straniera: nell’ultimo anno sono aumentate le segnalazioni di organizzazioni che spadroneggiano sopratutto nel mercato della droga e della prostituzione. Insomma, l’imperativo categorico è tenere gli occhi ben aperti, in Toscana e ad Arezzo, e fare in modo che le varie istituzioni collaborino tra loro e al meglio per sconfiggere questo fenomeno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Coronavirus, 17enne postivo: classe di una scuola superiore in isolamento. Tamponi in corso

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento