Sabato, 24 Luglio 2021
Politica

Bando periferie, a Roma la proposta Ghinelli per Arezzo: "Già lavori per 1 milione di euro e impegnati per 8"

"Abbiamo già cantierizzato lavori per un milione di euro, pagati con i soldi del Comune e rendicontati, sono già programmati in tutto 8 milioni di euro di interventi che dovevano essere finanziati dal bando periferie." Alessandro Ghinelli...

ghinelli-4

"Abbiamo già cantierizzato lavori per un milione di euro, pagati con i soldi del Comune e rendicontati, sono già programmati in tutto 8 milioni di euro di interventi che dovevano essere finanziati dal bando periferie."

Alessandro Ghinelli sindaco di Arezzo e vicepresidente di Anci Toscana di ritorno da Roma per difendere il bando periferie non è affatto soddisfatto: "Non è andata bene, credo che le richieste fatte non saranno prese in considerazione."

Il Governo, in sostanza, ha postdatato al 2020 i finanziamenti previsti con il bando periferie che aveva assegnato ad Arezzo circa 18 milioni di euro per opere di sviluppo e recupero urbano. Il Comune di Arezzo, tra i pochi in Italia è pronto, progetti fatti, alcuni cantieri già partiti e spese rendicontate, quindi in regola anche con la scadenza fissata del 15 settembre. Cosa succederà? Il primo cittadino fa il punto della situazione dopo l'intensa giornata romana di ieri.

"La mattina in Anci c'è stata una riunione con il presidente De Caro, di Bari, i sindaci presenti che sono espressione di tutte le parti politiche, hanno manifestato le difficoltà di recuperare le periferie urbane senza questi finanziamenti, un vero grido di dolore."

Che cosa ha proposta sindaco?

"Ho proposto un emendamento al milleproroghe, per inserire la postilla che stabilisce che perderanno il finanziamento i comuni che non rispetteranno il termine previsto nella convenzione del 15 settembre. Molti comuni, lo dico con rammarico, rimarranno fuori, ma il Comune di Arezzo ci rientrerebbe."

Avete presentato la proposta?

"Sì, in Anci, ma non ha avuto molto seguito, poi l'ho presentata a Claudio Borghi della Lega, insieme al sindaco leghista di Novara, che ne ha preso atto trovandola interessante, ma non sicuro della loro presentazione ho scritto l'emendamento anche per i nostri deputati aretini Stefano Mugnai e Maurizio d'Ettore. Non so se ce la faremo, però."

Il Comune di Arezzo è stato anche citato come esempio in Anci?

"Sì, il presidente dell'Anci ci ha citato per quello che abbiamo fatto, per i lavori già fatti per la progettazione. Siamo stati portati come esempio per aver lavorato bene, rispettando i tempi."

A che punto è l'Amministrazione sui progetti del bando periferie?

"Realizzate una parte delle opere, modesta, ma abbiamo già speso 1.300.000 euro, ne abbiamo impegnati complessivamente per 8 milioni, abbiamo contratto debiti per un verso e impegnato somme per un altro. Ma sono pochi i comuni in questa condizione, quindi per il Governo si tratterebbe un impegno economico minore."

Quale rischio c'è per la città di Arezzo, che ha bisogno di un nuovo sviluppo?

"La città di Arezzo come rischio ne ha poco, ma abbiamo bisogno di sviluppo e di risolvere il problema delle periferie, sono contesti difficili da trattare con risorse minime è la copiosità del finanziamento che dava l'opportunità di intervenire, profondamente e sinergicamente, se vengono meno 18 milioni di euro c'è da ridiscutere tutto, ma ho una segreta speranza."

Un piano B?

"Se vado ad una banca a chiedere un anticipo con la garanzia che questi soldi ci sono, sono solo spostati al 2020, spero di ottenere un finanziamento che mi permetta di portare avanti questi progetti."

Nel frattempo non resta che attendere, senza mollare la presa:

"Assolutamente, mai fatto, attendiamo il voto dell'11 settembre, se passa l'emendamento siamo dentro, sennò siamo fuori."
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bando periferie, a Roma la proposta Ghinelli per Arezzo: "Già lavori per 1 milione di euro e impegnati per 8"

ArezzoNotizie è in caricamento