Politica

Banca Etruria, Casapound: "Risparmiatori e lavoratori lasciati soli"

"Quando avviene un disastro sono due le strade da percorrere: la prima è il recupero e la tutela delle vittime, mentre la seconda riguarda il processo e la conseguente pena per i colpevoli, soprattutto se il fenomeno ha una matrice politica". A...

francesco campa

"Quando avviene un disastro sono due le strade da percorrere: la prima è il recupero e la tutela delle vittime, mentre la seconda riguarda il processo e la conseguente pena per i colpevoli, soprattutto se il fenomeno ha una matrice politica". A dichiararlo è Francesco Campa, coordinatore provinciale di CasaPound Arezzo.

"Dobbiamo salvare tutte le vittime della vicenda Banca Etruria, dai risparmiatori azzerati ai dipendenti dell'ex banca aretina, passando per i collaboratori delle aziende collegate - prosegue Campa - infatti il passaggio da Banca Etruria a Ubi potrebbe essere dannoso per i 32 dipendenti della Memar Monteassegni che rischiano il posto di lavoro".

"Questo crack ha annullato il futuro di molti nostri concittadini - continua il coordinatore di CasaPound - queste persone non possono essere lasciate sole".

"Lanciamo un appello al Sindaco e alla giunta affinché il Comune non rimanga un semplice spettatore ma torni ad essere protagonista nelle vicende cittadine - conclude Campa - CasaPound resterà al fianco degli aretini e non darà tregua ai colpevoli, ma non possiamo essere soli"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Etruria, Casapound: "Risparmiatori e lavoratori lasciati soli"

ArezzoNotizie è in caricamento