Politica

Case popolari, Veneri e Lucacci: "Adesso la storicità della residenza sarà criterio premiale nell'assegnazione"

Gli esponenti di Fratelli d'Italia illustrano la nuova legge regionale

Il consigliere regionale Gabriele Veneri e il presidente provinciale di Arezzo Lucacci danno notizia di un grande risultato politico di Fratelli d'Italia. 
"Nella Terza Commissione in consiglio regionale, in cui siede il consigliere Diego Petrucci, ha prevalso la ragionevolezza ed è passato l’emendamento di Fratelli d’Italia alla legge regionale sulle case popolari che introduce un sistema graduale di punteggio premiante a seconda degli anni di residenza - spiegano - I consiglieri regionali di Fratelli d'Italia sono riusciti a modificare la proposta di legge approvata dalla Giunta Regionale che metteva sullo stesso piano per ottenere una casa popolare persone residenti in Toscana da anni con chi fosse entrato da pochi giorni nel nostro Paese.

Fratelli d'Italia ha lottato per modificare la proposta di legge nel senso di introdurre punteggi premiali per chi residente da più anni in Toscana. La Corte Costituzionale ha deciso che la residenzialità non può essere un vincolo di esclusione dall’assegnazione degli alloggi, ma grazie a Fratelli d’Italia diventa un criterio premiale per acquisire più punti in graduatoria. In Terza Commissione è passato a maggioranza l'emendamento alla legge regionale sugli alloggi Erp che introduce un sistema graduale di punteggio a seconda degli anni di residenza: sarà dato 1 punto a chi è residente da 3 anni, 2 punti per 5 anni, 3 punti per 10 anni, 3,5 punti per 15 anni e 4 punti a chi risiede da 20 anni. Inoltre gli anni di permanenza in graduatoria, divengono anche un indice che evidenzia una situazione di bisogno che va avanti da anni."
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Case popolari, Veneri e Lucacci: "Adesso la storicità della residenza sarà criterio premiale nell'assegnazione"

ArezzoNotizie è in caricamento