Martedì, 15 Giugno 2021
Politica

Ascensori guasti da un anno, il M5S di Anghiari: "Dove sono quelli nuovi"

"Le Festività Natalizie sono ormai alle porte, ma dei nuovi ascensori di Anghiari, guasti dal dicembre 2017, non v’è alcuna traccia"

"Le Festività Natalizie sono ormai alle porte, ma dei nuovi ascensori di Anghiari, guasti dal dicembre 2017, non v’è alcuna traccia". E' questa la denuncia del M5S di Anghiari.

Inizialmente pareva che gli stessi fossero riparabili, anche se si era parlato di tempi lunghi si sperava di recuperarli per l’estate 2018, ma poi a marzo l’amministrazione, incalzata dalle lamentele dei cittadini, aveva fatto sapere che gli ascensori andavano sostituiti. Una vicenda non chiara, come quasi tutte le performance dell’attuale amministrazione, non ancora giunta al termine, e comunque ancora una volta caratterizzata da affermazioni contraddittorie e scarsa comunicazione verso i cittadini e le forze di opposizione presenti in consiglio comunale.

Le infiltrazioni

Da sempre - continua la nota - si sapeva che i cunicoli di scorrimento degli ascensori erano soggetti ad infiltrazioni di acqua, ma poi questo problema pare fosse stato risolto sia grazie alla presenza di un sistema di pompaggio che al processo di calcificazione delle perdite d’acqua sulle fessure della roccia. Il sindaco aveva invece dichiarato che il guasto era stato causato da problemi meccanici, dovuti anche alla cattiva qualità dei materiali impiegati nell’impianto. Molto probabilmente le due cose sono strettamente collegate, basterebbe interagire per dare delle spiegazioni esaurienti e plausibili, in pratica quello che i cittadini vorrebbero dai propri amministratori. Non ci può essere chiarezza senza una corretta e costante comunicazione.

E la nota prosegue così:

Dobbiamo anche dire che nelle decisioni che riguardavano gli ascensori non c’è stato alcun coinvolgimento delle opposizioni, nessuna commissione. Il consigliere Massimo Ricci ha dovuto recarsi più volte in comune a parlare con i tecnici per capire come la vicenda sarebbe stata gestita e per quali scelte si sarebbe optato. L’occasione si è presentata quando ci siamo resi conto della totale assenza dei cartelli di cantiere, obbligatori per legge, dove si stavano svolgendo i lavori. All’epoca fummo rassicurati dall’Ing. Montini che avrebbe provveduto ad apporli, ma questo non è stato mai fatto. Un bell’esempio da parte dell’amministrazione per i cittadini Anghiaresi, non c’è che dire. Per le riapertura della Cappella dei Caduti è stato seguito il solito metodo, visto il “successo ottenuto” con gli ascensori. Una cosa fuori di ogni logica, contraria alla legge, che non dovrebbe mai succedere all’interno di un ente pubblico.

Su questa vicenda al nostro gruppo è stata contestata la mancata denuncia alle autorità competenti. A parte il fatto che ci sarebbero gli organi preposti alla vigilanza; ma se abbiamo desistito da questo proposito è stato perché temevamo di veder bloccare il cantiere. I lavori erano urgenti, gli ascensori sono essenziali per gli Anghiaresi e per i tanti turisti che visitano il nostro borgo.

Il Movimento Cinque Stelle ha interpellato un paio di volte il sindaco sulle vicende di cui sopra, sia a mezzo stampa che con un paio di interrogazioni, ma ha ottenuto come al solito delle non risposte. La domanda che ci poniamo ora è: che fine hanno fatto gli ascensori ? Non sarebbero dovuti ripartire a Settembre o comunque prima dell’inizio della manifestazione I Cento Gusti dell’Appennino ? E’ evidente che ci sono stati degli imprevisti, a meno che le promesse da parte dell’amministrazione non vengano fatte a caso: ma per quale motivo non abbiamo sentito una parola, una, da chi ci amministra ? Può un’amministrazione trattare così i propri cittadini ? Riuscirà Anghiari a riavere il proprio impianto di risalita insieme alle strenne di Natale ? Speriamo che rispondano a breve almeno con i fatti: sempre meglio che niente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascensori guasti da un anno, il M5S di Anghiari: "Dove sono quelli nuovi"

ArezzoNotizie è in caricamento