Giovedì, 18 Luglio 2024
Politica

Anche i sindaci di centrosinistra dell'Aretino lanciano l'appello affinché Draghi resti

Fronte comune con il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che, pur dal versante di centrodestra, aveva espresso la medesima posizione nel weekend. FdI aveva espresso dissenso

Anche i sindaci di centrosinistra della provincia di Arezzo sottoscrivono l’appello a Mario Draghi, affinché resti presidente del Consiglio dei ministri. Fronte comune, quindi, con il sindaco di Arezzo Alessandro Ghinelli che, pur dal versante di centrodestra, aveva espresso la medesima posizione nel weekend. Un appello, quest'ultimo, che aveva però suscitato il malumore di Fratelli d'Italia Arezzo, forza che sostiene Ghinelli in consiglio comunale, ma il cui livello nazionale è fuori dal Governo Draghi e chiede immediate elezioni politiche. Nella giornata di ieri, il sindaco di Arezzo, era anche tornato sull'argomento, ribandendo la propria posizione. Ma non solo Ghinelli e gli amministratori aretini i centrosinistra si sono espressi in maniera pubblica perché l'esecutivo Draghi non cada: nelle scorse ore, nell'Aretino, anche Italia Viva aveva espresso sostegno al presidente del Consiglio.

I sindaci di centrosinistra che hanno aderito all'appello per Draghi

  • Francesco Sonnati sindaco di Foiano della Chiana
  • Roberta Casini sindaco di Lucignano
  • Simona Neri sindaco di Laterina Pergine
  • Valentina Vadi sindaco di San Giovanni Valdarno
  • Andrea Tavarnesi sindaco di Civitella
  • Sergio Chienni sindaco di Terranuova Bracciolini
  • Moreno Botti sindaco di Loro Ciuffenna
  • Nicola Benini sindaco di Bucine
  • Eleonora Ducci Sindaco di Talla
  • Roberto Pertichini sindaco di Montemignaio
  • Leonardo Degli Innocenti o Sanni sindaco di Cavriglia
  • Enzo Cacioli Sindaco Castelfranco Piandiscò
  • Tellini Giampaolo sindaco di Chiusi della Verna
  • Carlo Toni sindaco di Poppi
  • Niccolò Caleri sindaco di Castelvecchio Stia
  • Monica Cardini vicesindaca di Marciano della Chiana, per conto della sindaca Maria de Palma
  • Valentina Calbi di Chitignano

Il testo dell'appello

Ecco il testo della lettera aperta dei sindaci sulla crisi di governo in atto.

Con incredulità e preoccupazione assistiamo alla conclamazione della crisi di Governo generata da comportamenti irresponsabili di una parte della maggioranza.
Le nostre città, chiamate dopo la pandemia e con la guerra in corso ad uno sforzo inedito per il rilancio economico, la realizzazione delle opere pubbliche indispensabili e la gestione dell’emergenza sociale, non possono permettersi oggi una crisi che significa immobilismo e divisione laddove ora servono azione, credibilità, serietà.
Il Presidente Mario Draghi ha rappresentato fino ad ora in modo autorevole il nostro Paese nel consesso internazionale e ancora una volta ha dimostrato dignità e statura, politica e istituzionale. Draghi ha scelto con coraggio e rigore di non accontentarsi della fiducia numerica ottenuta in aula ma di esigere la sincera e leale fiducia politica di tutti i partiti che lo hanno sostenuto dall’inizio. 
Noi Sindaci, chiamati ogni giorno alla difficile gestione e risoluzione dei problemi che affliggono i nostri cittadini, chiediamo a Mario Draghi di andare avanti e spiegare al Parlamento le buoni ragioni che impongono di proseguire l’azione di governo. 
Allo stesso modo chiediamo con forza a tutte le forze politiche presenti in Parlamento che hanno dato vita alla maggioranza di questo ultimo anno e mezzo di pensare al bene comune e di anteporre l’interesse del Paese ai propri problemi interni. Queste forze, nel
reciproco rispetto, hanno il dovere di portare in fondo il lavoro iniziato in un momento cruciale per la vita delle famiglie e delle imprese italiane. Se non dovessero farlo si prenderebbero una responsabilità storica davanti all’Italia e all’Europa e davanti alle future generazioni.
Ora più che mai abbiamo bisogno di stabilità, certezze e coerenza per continuare la trasformazione delle nostre città perché senza la rinascita di queste non rinascerà neanche l’Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche i sindaci di centrosinistra dell'Aretino lanciano l'appello affinché Draghi resti
ArezzoNotizie è in caricamento