rotate-mobile
Domenica, 16 Gennaio 2022
Politica Anghiari

Anghiari chiede una modifica al divieto di vendita degli immobili di edilizia popolare

Taddei: “I piccoli comuni faticano a sostenere le spese di manutenzione, le famiglie trarrebbero beneficio dalla vendita”

Il comune di Anghiari, in accordo con l’assessore Monica Manneschi del comune di Arezzo, ha inoltrato agli uffici competenti della Regione Toscana, una richiesta formale di modifica della legge vigente in materia di edilizia popolare chiedendo che venga derogato il divieto di vendita di alcuni immobili. La speranza è che anche altri comuni aderiscano all’iniziativa in modo che la Regione riconosca l’urgenza di  legiferare in merito per il bene comune.

Il comune di Anghiari prende parte alla gestione della ERP - Edilizia Residenziale Pubblica - di pertinenza della società provinciale denominata “Arezzo Casa”, e svolge anche un’azione di monitoraggio e di rilevazione delle varie problematiche ad essa attinenti. Attualmente gli immobili delle case popolari del territorio di Anghiari, oltre alla normale manutenzione, presentano necessità importanti di restauro. L’amministrazione intende garantire il recupero e la riqualificazione degli immobili e degli alloggi ERP per far sì che le famiglie assegnatarie possano vivere all’interno di abitazioni sicure e decorose, ma le risorse economiche risultano insufficienti, quindi anche alla luce di quanto emerso durante gli incontri con i vari soggetti interessati, ha formulato una proposta che potrebbe contribuire a risolvere in maniera sostanziale la difficoltà a reperire i finanziamenti da destinare a tale scopo.

“Anche nel nostro territorio comunale alcune famiglie assegnatarie di casa popolare, che spesso ne hanno ereditato il diritto dai genitori, manifestano la volontà di acquistare la abitazione in cui vivono da anni – ha spiegato la consigliera con delega alle politiche sociali del comune di Anghiari Laura Taddei – l’ attuale legge regionale ci impedisce di accogliere questa richiesta negandoci la possibilità di vendere alcuni immobili agli inquilini. Una modifica della stessa ci permetterebbe di risolvere molti problemi, con la soddisfazione delle famiglie interessate che potrebbero fra l’altro provvedere autonomamente ai lavori necessari, e la possibilità dell’amministrazione di investire i ricavi nella manutenzione degli alloggi rimanenti, e anche per l’acquisizione e il restauro di nuovi edifici da adibire ad uso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anghiari chiede una modifica al divieto di vendita degli immobili di edilizia popolare

ArezzoNotizie è in caricamento