Anghiari: demolito il ponte sommergibile di Molin Bianco. M5S: "Resta solo quello (pericolante) de La Fornace"

L'intervento del M5S di Anghiari sulla recente demolizione del ponte sommergibile di Molin Bianco e i mancati interventi di controllo su quello de La Fornace

Nulla di nuovo. Nulla di cambiato.
E il ponte sul Rio a Le Fornace di Tavernelle resta sempre nelle stesse condizioni di prima.
Il Movimento Cinque Stelle di Anghiari interviene circa le condizioni della struttura richiedendo alle autorità competenti di intervenire quanto prima sulla struttura.

ponte-sommergibile-anghiari-2

"Era il novembre 2015 quando il gruppo del M5S di Anghiari denunciava la pericolosità del Ponte sul Rio in località La Fornace di Tavernelle.  Tre anni dopo la situazione non è cambiata, l’unico fatto certo è che il ponte è di tre anni più vecchio e sicuramente più usurato di prima.

Il Movimento Cinque Stelle aveva chiesto che venisse accertata la stabilità della struttura, voleva dati certi sulla sopportabilità della massa transitabile (carico verticale massimo sopportabile), ma su questi due punti non ci furono risposte dall’amministrazione La Ferla. Ad onor del vero dobbiamo ricordare che furono fatti degli interventi per rendere più agevole il passaggio dei mezzi pesanti sul ponte e per migliorare la tenuta degli argini, ma nessuna risposta a quanto noi avevamo richiesto.

Nei giorni scorsi il ponte sommergibile in localià Molin Bianco di Tavernelle, che permetteva da circa 30 anni l’attraversamento del torrente Sovara, è stato demolito come da ordinanza del 2017 della Regione Toscana, eliminando di fatto un accesso alternativo al versante sinistro della valle omonima. La sua funzione è stata fino ad oggi di rilevante importanza: in primis perché permetteva un’alternativa rapida e utile per raggiungere e collegare le varie abitazioni, serviva il transito di autoveicoli e di mezzi pesanti dovuto alle attività agricole e boschive presenti nella zona ed era utile sia a coloro che praticano attività venatorie e sportive che agli amanti delle semplici passeggiate.
Su questa vicenda erano a suo tempo state effettuate varie sollecitazioni verso l’attuale amministrazione comunale, affinchè il ponte non venisse demolito, in quanto di fatto con la rimozione dello stesso si sarebbero obbligati gli utenti ad utilizzare il solo ponte sul Rio de La Fornace di Tavernelle, ponte, come dicevamo, di dubbie qualità strutturali, costruito nel dopoguerra e del quale non si conoscono le caratteristiche tecniche. Risale infatti al dicembre 2017 la nostra richiesta di informazioni precise sia sulle condizioni del Ponte sul Rio che sulla reale esistenza di una viabilità alternativa garantita alla regione dall’amministrazione comunale. Richiesta che a tutt’oggi è ancora in attesa di una risposta. Il passaggio sul ponte sul Rio, della quale stabilità non v’è certezza, non ci sembra rappresentare un’alternativa nè sicura né destinata a durare nel tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mancheremo di portare in consiglio comunale l’intera vicenda per far luce sulla situazione locale che si è venuta a creare dopo l’abbattimento del ponte sommergibile: una sola via di accesso possibile al versante  sinistro della Valle del Sovara per autoveicoli e mezzi pesanti,  attraversando un ponte di dubbia stabilità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' ballottaggio. Sondaggi, conferme e rimonte: la cronaca della giornata

  • Regionali, euforia nel centrosinistra. Giani: "Dedico la vittoria a mia moglie". Exit Poll Tg1: Ghinelli tra il 46,5 e il 50,5%

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Regionali: Giani è governatore, Ceccardi conquista l'Aretino, Pd il partito più votato. Tutte le preferenze

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Elezioni regionali 2020: i risultati di Arezzo. Susanna Ceccardi la più votata del comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento