Alluvione di Arezzo, il M5S: "La giunta Ghinelli cosa ha fatto per l'ambiente?"

La nota del Movimento 5 Stelle di Arezzo: "Grazie tutti gli operatori, i cittadini e più in generale chiunque abbia contribuito a porre rimedio, anche parzialmente, ai danni causati dal maltempo che ha colpito il comune di Arezzo"

Nota del M5S Arezzo sul maltempo degli scorsi giorni.

Il Movimento 5 Stelle ringrazia tutti gli operatori, i cittadini e più in generale chiunque abbia contribuito a porre rimedio, anche parzialmente, ai danni causati dal maltempo che ha colpito il comune di Arezzo. Vogliamo anche esprimere la nostra vicinanza alla famiglia di Pergentino Tanganelli, il nostro concittadino rimasto vittima dell’alluvione.

E’ ormai chiaro come questi eventi atmosferici siano sempre più frequenti quanto imprevedibili per cui resta difficile da parte di chiunque gestire tali situazioni.

Ma è altrettanto giusto chiedersi cosa si possa fare per evitare di ritrovarsi in situazioni di emergenza come queste.

Premesso che difficilmente qualunque opera fatta in precedenza sarebbe stata sufficiente a contenere la portata di 180 millimetri di pioggia e grandine cadute in poche ore, è doveroso però fare una riflessione. Questa Giunta ha approvato ad inizio mandato il PAES, Piano d'Azione per l'Energia Sostenibile, che è lo strumento operativo con cui le singole amministrazioni attuano la strategia cardine del Patto dei Sindaci ossia ridurre del 20% le emissioni di CO₂ entro il 2020. Questa Giunta ha rispettato gli impegni presi o è stata solo una operazione di facciata? E cosa abbiamo fatto noi aretini nel nostro piccolo per contrastare i cambiamenti climatici a parte andare qualche venerdì in piazza con un cartello in mano?

La risposta a tutte le domande è: troppo poco.
Davvero pensiamo che sia tutto normale o che sia successo per cause naturali?

Il tema dei cambiamenti climatici non dovrebbe essere il punto principale di qualsiasi programma elettorale di qualsiasi partito a livello locale o nazionale?

O forse è un tema troppo scomodo?

Noi siamo consapevoli che solo l'unione di tutte le forze e un immediato cambio di mentalità da parte di tutti possano apportare degli effetti benefici in fatto di clima.

Sarà quindi necessario al più presto che ciascuno di noi riveda le proprie abitudini riguardo al nostro stile di vita, a come ci muoviamo, a ciò che consumiamo. Sarebbe già un ottimo punto di partenza. 

Partenza che deve essere suggerita dalle Amministrazioni. E non solamente a parole.

Potrebbe interessarti

  • Insetti in casa: scutigera, perchè conviene non ucciderla

  • Sigarette addio: trucchi e consigli per smettere di fumare

  • Le Vertighe: la storia del santuario e dell'immagine di Maria, patrona dell'autostrada

  • Prima di partire per un lungo viaggio...non dimenticare queste 8 cose

I più letti della settimana

  • Sagre e feste paesane: un calendario completo per non perderne nessuna

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Cade dalle scale e muore: tragedia in provincia di Arezzo

  • Rave party abusivo: irrompono carabinieri e polizia, 70 ragazzi denunciati. Cinque sono aretini

  • Ragazza di 25 anni si schianta contro il guard rail sul ponte della Meridiana

  • Tre scosse di terremoto avvertite in Casentino, Valtiberina e Arezzo: l'epicentro è in provincia di Forlì

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento