Domenica, 26 Settembre 2021
Politica

Aggressione omofoba. Cuzzoni: "Quanti ancora devono subire violenza prima che si approvi il Ddl Zan?"

"Noi giovani democratici della provincia di Arezzo condanniamo fermamente il gesto ed esprimiamo la massima solidarietà a Giacomo"

"Continuate a dirci che il DDL Zan non serve, intanto la gente viene presa a pugni". Ad intervenire è Samuele Cuzzoni, membro della segreteria giovani democratici della Provincia di Arezzo che interviene pubblicamente a seguito dell'aggressione a sfondo omofobo subita da un giovane in centro ad Arezzo. 

"Giacomo, 22 anni, stava camminando per il centro di Arezzo, quando ad un certo punto un gruppo di 8 ragazzi ha iniziato ad offenderlo. "Frocio di merda", "spostati perché sei un ricchione", queste le offese e subito dopo 2 pugni al volto. Giacomo ha sporto denuncia verso i suoi aggressori, ma lo Stato ha il dovere di difenderlo con leggi ad hoc, lui come altre migliaia di persone. L'ostruzionismo al DDL Zan sta creando un clima d'odio nel Paese fuori da ogni logica, ora basta. Quanti Giacomo devono essere presi a pugni per capire che questa legge deve essere approvata prima di subito? Noi giovani democratici della provincia di Arezzo condanniamo fermamente il gesto ed esprimiamo la massima solidarietà a Giacomo. Saremo sempre dalla parte dei diritti, dalla parte delle persone, contro ogni forma di discriminazione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggressione omofoba. Cuzzoni: "Quanti ancora devono subire violenza prima che si approvi il Ddl Zan?"

ArezzoNotizie è in caricamento