"Addio alla politica" la dichiarazione del vicesindaco Gamurrini

La dichiarazione in diretta su Teletruria che non lascia spazio ai dubbi. Il fulcro della lista civica vittoria nel 2015 Ora Ghinelli si tira fuori dalla prossima competizione elettorale

Il momento della dichiarazione

Una dichiarazione che qualcuno si aspettava visti alcuni malumori che si percepivano da Palazzo Cavallo. Il vicesindaco di Arezzo Gianfrancesco Gamurrini ha annunciato il suo addio alla politica. Lo ha fatto in uno dei momenti della Giostra, durante la diretta tv da Piazza Grande di Teletruria di ieri sera, della trasmissione Aspettando la Giostra, intervistato da Luca Caneschi.

"Mi sono dedicato anima e corpo alla mia città e lo rifarei, ma è un'esperienza stancante, per chi ha una professione e altre cose da gestire nella vita, poi ci sono aspetti politici interni che non mi convincono tanto, mi piace fare, mi piace lavorare, non m piacciono le perdite di tempo, le discussioni interne che non portano a niente, sono felice dell'esperienza fatta, ma sono anche abbastanza stanco, l'ho detto anche al sindaco qualche settimana fa, non ho dato la mia disponibilità a ricandidarmi."

Parole che non lasciano spazio a dubbi e che vengono in controtendenza rispetto a qualche mese fa quando alcune foto sui social raccontavano di Gamurrini presente ad alcuni eventi nazionali della Lega in compagnia dell'amica e collega assessore, Tiziana Nisini.

A pesare su questa decisione sono stati sicuramenti i non più idilliaci rapporti interni alla giunta, anche con il primo cittadino, per non parlare dei consiglieri anti degrado, non visti di buon occhio da colui che doveva e deve, almeno fino al 2020, gestire il verde pubblico e la manutenzione, come appunto Gamurrini.

"Poi la politica è fluida quindi può succedere di tutto" così ha chiuso la sua dichiarazione Gamurrini lasciandosi spazi aperti, forse potrebbe essere un arrivederci invece che un addio.

A questo punto uno dei protagonisti della vittoria di Ghinelli nel 2015, fulcro della lista civica che porta il suo nome, si tira fuori dalla prossima competizione elettorale che toccherà Arezzo nella primavera del 2020.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento