Partner

E chi l’ha detto che il cioccolato fa male? Ecco lo studio che aspettavi

Come nasce la Toscolata, tavoletta al cacao di altissima qualità che fa bene al cuore

Quante volte abbiamo sentito questa frase: Non mangiare troppa cioccolata che ti fa male!. Siamo cresciuti con lo spettro del cioccolato, perché si sa, tutto ciò che è buono non può che fare male alla salute. E allora sotto anche noi, a ripetere ai nostri figli come un mantra che il cioccolato fa male.

Eppure, vuoi vedere che ci siamo sempre sbagliati? Già, la buona notizia arriva dalla scienza, con uno studio che dimostra le proprietà benefiche del cacao. Per gli interessati, il 3 dicembre ci sarà un evento sul tema della ricerca, organizzato dalla Regione Toscana. Unico rappresentante del settore agrifood a partecipare sarà Vestri, l’azienda aretina produttrice di cioccolato, che presenterà i risultati di uno studio condotto partendo da una propria creazione, la Toscolata.

La ricetta è semplice: cioccolato fondente, prodotto con cacao proveniente dalla piantagione in Repubblica Dominicana gestita direttamente dall’azienda, e prodotti vegetali dalle proprietà antiossidanti come mele essiccate autoctone del Casentino e olio extravergine di oliva di alta qualità, prodotto con la supervisione dell’azienda sperimentale Santa Paolina dell’Ivalsa-Centro Nazionale di Ricerca a Follonica. Una prelibatezza unica che ha dato risultati sorprendenti: le molecole bioattive e le pregevoli proprietà organolettiche fanno sì che la Toscolata sia in grado di ridurre gli effetti di alcuni fattori di rischio responsabili delle malattie cardiovascolari. Insomma, fino a oggi si diceva che il cioccolato facesse bene al cuore in modo metaforico, ma ora invece è scientificamente provato!

800x600_img1-2Uno studio che riscatta anni e anni di “vorrei ma non posso”, voluto fortemente da Vestri – un’azienda che ha legato il proprio nome all’aroma del cacao sin dal 1982, quando iniziò producendo uova di Pasqua. Ma il cioccolato, si sa, è tentatore, e allora l’azienda negli anni si è allargata, grazie alle idee lungimiranti dei due fondatori, Danielo e Stefania, un chimico e una stilista esperta d’arte. Già i rispettivi campi di studio fanno ben capire come Vestri non sia una realtà come le altre, ma con qualcosa di diverso. E ciò che la caratterizza è proprio la filosofia con cui ha deciso di approcciarsi al proprio prodotto: Credere nel cacao è il motto, ma in un cacao genuino e naturale, in cioccolato fatto con prodotti selezionati e di altissima qualità.

Per garantire tale livello di eccellenza, Vestri, dal 2002, gestisce una piantagione di fave di cacao in Repubblica Dominicana. Un ottimo sistema per seguire l’intero processo di produzione e avere il pieno controllo della filiera “dalla fava alla tavoletta”, curando ogni singolo passaggio. Da questo protocollo di produzione è nato il bollino di certificazione Cacao natura, un marchio a tutela della qualità e della sicurezza, che attualmente identifica tutti i prodotti Vestri prodotti nel rispetto di tre requisiti essenziali: qualità, eticità e sostenibilità.

800x600_img3-2

Un’azienda seria e responsabile, quindi, riconosciuta e premiata a livello nazionale e internazionale, che ha saputo accogliere la vera anima del cacao, declinandola in tutte le sue più gustose e sorprendenti accezioni: da quelle più impressionanti come il cremino più grande del mondo, ben 393,8 kg di dolcezza entrati di diritto nel guinness dei primati, a quelle più delicate come il Boglio, una cioccolata al gelsomino ingentilito all’arancia del granduca Cosimo de’ Medici, per finire con le note più piccanti e ardite delle praline “Morbide sensazioni”, del pandolce “Godo” e del gusto gelato “Leccami”.

Perché, in fondo, il cioccolato non è solo passione, ma anche passionalità. Non è solo stimoli, ma emozioni ed esperienze indimenticabili. E soprattutto è fantasia e creatività, sia per chi lo produce che per chi lo consuma.

800x600_img2-2

Il nome Vestri è ormai conosciuto in tutto il mondo, ma in Italia vi aspetta nel negozio di Firenze e nel laboratorio di 2000 mq in Via Romana ad Arezzo. Qui nasce la magia del cioccolato, dalla fusione di moderni macchinari con strumenti antichi e tradizionali.

E allora, da oggi il cioccolato non sarà più una tentazione per cui sentirsi in colpa, ma solo ed esclusivamente un piacere per il palato e… un toccasana per il cuore. Certo, considerato che è prodotto responsabilmente, sarebbe bene anche consumarlo responsabilmente. Quei 393,8 kg di cremino, per esempio, cerchiamo almeno di diluirli in tutto l’anno…

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E chi l’ha detto che il cioccolato fa male? Ecco lo studio che aspettavi

ArezzoNotizie è in caricamento