"Se ne va un grande imprenditore", il cordoglio di Confindustria per la scomparsa dell'ex proprietario Tesar

“Sormani era un uomo di grandi capacità", dice Fabrizio Bernini, presidente di Confindustria Toscana Sud delegazione di Arezzo. "La Tesar ha fatto grandi passi grazie alla sua dinamica e intelligente guida", aggiunge il responsabile della delegazione Tarquini

Confindustria Toscana Sud si unisce al cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Renzo Sormani, ex presidente di Tesar Spa, azienda di eccellenza nel campo della progettazione e costruzione di trasformatori di potenza e di misura in resina.

“Sormani era un uomo di grandi capacità – dice Fabrizio Bernini, Presidente di Confindustria Toscana Sud Delegazione di Arezzo – ha guidato e sviluppato un’azienda, innovandola e trasformandola fino a farla diventare una delle imprese leader del settore a livello mondiale. Proprio la scorsa settimana, in occasione della cerimonia del Premio Fedeltà al Lavoro e Sviluppo Economico 2020 promosso dalla Camera di Commercio, ho avuto l’onore e il piacere di consegnare un importante riconoscimento all’azienda nelle mani dell’Amministratore Delegato Matteo Angiolini e mi fa piacere che Tesar abbia deciso in quell’occasione di dedicare il premio ricevuto proprio a Sormani”. “Ho avuto il privilegio di conoscere personalmente Sormani e di affiancarlo fin dal suo arrivo ad Arezzo – dice Alessandro Tarquini, Responsabile Confindustria Toscana Sud Delegazione di Arezzo – l’azienda è poi iscritta all’Associazione Industriali fin dal 1980 e, nel corso degli anni, tante sono state le occasioni di confronto e di collaborazione. Ho così potuto essere testimone dei tanti e progressivi traguardi raggiunti da Tesar grazie alla dinamica ed intelligente guida di Sormani. Con lui scompare un imprenditore di grande spessore”.

In Evidenza

I più letti della settimana

  • "Se ne va un grande imprenditore", il cordoglio di Confindustria per la scomparsa dell'ex proprietario Tesar

  • Post di Rossi sulle aziende non in crisi. Campinoti: "Si impegni e chieda scusa"

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento