Aquaplaning: cosa è e come comportarsi

Perdita di trazione e il volante che non risponde ai comandi. Ecco come comportarsi quando si verifica l'effetto aquaplaning

Pioggia, pioggia, ancora pioggia.
Questo il fenomeno che mette a dura prova la vita di noi automobilisti soprattutto nella stagione fredda.
In questi giorni di persistente maltempo e abbassamento delle temperature, abbiamo dovuto fare i conti con un asfalto reso viscido dall'acqua e di notte con quel tono di colore nero lucido che rende difficile guidare e evitare gli ostacoli. 
Quindi il consiglio è sempre quello di guidare con prudenza, ma non basta.
Ricordatevi di controllare lo stato di usura dei vostri pneumatici e se necessario sostituiteli.

Verificate il funzionamento dei proiettori dei fari di illuminazione della vostra auto. Tenete i fari accesi anche di giorno. Verificate la perfetta efficienza delle spazzole dei tergicristalli e del lunotto. Controllate che funzioni a dovere anche l'impianto di climatizzazione utilissimo per spannare i vetri sui quali si accumula condensa. Verificate il lunotto termico che sia correttamente funzionate. Tutto deve essere al top.
Mantenete la giusta distanza di sicurezza dal veicolo che vi precede. Ne va della nostra sicurezza.
Attenzione anche a non innescare il pericoloso fenomeno dell'aquaplaning

Si manifesta quando una eccessiva quantità di acqua si incunea fra l'asfalto e il pneumatico della vettura, determinando il sollevamento dell'automobile dal piano stradale senza più possibilità di controllo per il guidatore. Si registra quindi la perdita della trazione e conseguentemente lo sterzo non risponde più ai comandi.

L'aquaplaning può tuttavia essere evitato guidando sempre con la massima attenzione, cercando per quanto possibile di percorrere il tratto di strada migliore e più pulito, evitando accuratamente le pozzanghere particolarmente insidiose ed estese. Attenzione anche alle buche presenti sulla pavimentazione stradale.

In caso di aquaplaning, è importante riuscire a mantenere l’autocontrollo. Non fatevi prendere dal panico. Non togliete mai le mani dal volante e non frenate bruscamente anche in caso di vettura dotata di ABS. Seguite traiettorie morbide.
Buona guida a tutti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Coronavirus, il bollettino della Asl: 64 nuovi positivi nell'Aretino. Ci sono bimbi, studenti e insegnanti

  • Lo sfogo del direttore di Rianimazione: "Abbracci senza mascherina, la gente non ha capito. Mi sono stancato"

  • Covid, Asl: "Si semplifica la complicata vita del positivo e del contatto"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento