Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Autonomia, tempi di ricarica e manutenzione. Quanto costa (e se conviene) un'auto elettrica?

Tre domande per chiarire alcuni dubbi tra i più diffusi sui motori elettrici insieme allo staff di Aerre Motor

 

Il mondo dell’automobile sta andando a passi da gigante verso una rapida evoluzione del mercato nei confronti delle auto elettriche. Le immatricolazioni di vetture 100% elettriche, infatti, continuano a crescere e, considerando da gennaio a giugno 2020, l’aumento in percentuale supera il 100% rispetto allo stesso periodo del 2019. Le sempre più severe normative mondiali in grado di ridurre le emissioni di fattori inquinanti e particolarmente di CO2 hanno determinato la maggior parte delle case automobilistiche a investire nei propri settori ricerca e sviluppo sulla mobilità elettrica.

L’aumento dei volumi di vendita di auto elettriche nell’immediato prossimo futuro dipenderà da tre fattori:

  • Autonomia delle batterie.
  • Velocità dei tempi di ricarica delle batterie.
  • Stazioni di ricarica sempre più numerose e capillari, con aumento della rete delle infrastrutture.

Tuttavia nonostante la presenza a listino di veicoli con prezzi più accessibili, la media del costo d’acquisto delle vetture elettriche risulta ancora piuttosto elevata rispetto a quella con motorizzazioni “tradizionali”. Lo sviluppo delle tecnologie e dei materiali utilizzati nei powertrain dai vari costruttori ha permesso di creare modelli con batterie in grado di garantire un’autonomia anche di 600 km riducendo comunque il prezzo di acquisto. Se a questo vengono aggiunti anche gli sconti previsti con gli incentivi statali e con le campagne messe in atto dalle varie case automobilistiche ecco che i modelli elettrici devono essere considerati come una valida alternativa a quelli ad alimentazione tradizionale. Le vetture elettriche infatti rientrano nella prima fascia degli incentivi statali messi a disposizione del Governo per incentivare l’acquisto di veicoli a basso impatto ambientale e per favorire il ringiovanimento del parco circolante italiano. E’ inoltre possibile beneficiare anche di un aumento dello sconto sul prezzo di listino fino a 10mila euro a condizione di:

  • Rottamare un’auto con più di 10 anni di vita di classe fino a Euro 4.
  • Acquistare una vettura con emissioni di CO2 comprese tra 0 e 21 g/km.
  • Acquistare una vettura con prezzo di listino inferiore ai 61.000 euro.

Infine tre domande che più spesso ci vengono fatte:

Perché le auto elettriche costano di più dell’analogo modello con motore endotermico?

Quanto durano le batterie delle auto elettriche?

Come si ricaricano le auto elettriche?

Potrebbe Interessarti

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento