rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Auto e moto

Rc auto, crollano i sinistri e si abbassa la spesa: per gli aretini premio ridotto del 12 per cento

Complice il Covid, il numero di incidenti stradali è diminuiuto. I dati dell'osservatorio Rc auto di Facile.it

Buone notizie per gli automobilisti aretini virtuosi. A dicembre 2020, secondo l’osservatorio RC auto di Facile.it, hanno visto calare in modo sostanziosi il premio annuale che rispetto al 2019 è sceso di oltre 12 punti in percentuale. 

In Toscana, in media, il costo si è assestato su 513,63 euro, vale a dire l’11,65% in meno rispetto allo stesso mese del 2019. Il dato è stato calcolato sulla base di 512.331 di preventivi di rinnovo RC auto e relative migliori offerte medie disponibili online. Con la provincia di Arezzo che, in una ipotetica graduatoria, è quarta dopo Massa Carrara, Livorno e Firenze. Ma vediamo nel dettaglio. 

L'automobilista della città dell'oro ha speso 418,18 euro, vedendo diminuire del 12,52 per cento il premio. A Firenze il calo è stato del 13,49 per un valore di 502,58 euro, e a Livorno del 14, 12 per cento (454,62 euro) a Massa Carrara addiritura di 20,91 punti in percentuale (548, 90 euro). 

Il profilo di chi vedrà peggiorare la classe di merito

Dati interessanti emergono anche analizzando il profilo degli automobilisti toscani che vedranno scattare gli aumenti. Il primo è legato al sesso: fra gli uomini la percentuale di chi ha dichiarato un sinistro con colpa è pari al 2,50%, più bassa rispetto a quella rilevata tra le donne, dove il valore sale al 2,89%.
L’analisi del campione in base all’occupazione professionale dell’assicurato evidenzia come gli artigiani siano risultati essere la categoria che, in percentuale, ha dichiarato con più frequenza un sinistro con colpa (3,76%) che farà scattare un aumento dell’RC auto. Seguono i pensionati (3,73%) e i commercianti (3,40%).
Di contro, sono gli appartenenti alle forze armate coloro che, sempre percentualmente, hanno dichiarato nel corso del 2020 meno sinistri con colpa (1,64%); seguono i liberi professionisti (2,24%).

L’andamento provinciale

A livello regionale il 2,66% degli automobilisti ha dichiarato un incidente con colpa, percentuale che non solo risulta essere più alta rispetto a quella nazionale (2,21%), ma fa anche guadagnare alla regione il terzo posto nella classifica italiana. 
Analizzando il campione su base provinciale, invece, emerge che Massa-Carrara è la provincia toscana che ha registrato la percentuale più alta di automobilisti che hanno denunciato all’assicurazione un sinistro con colpa (3,53%) e che, per questo motivo, vedranno peggiorare la propria classe di merito e, con essa, salire il costo dell’RC auto.
Seguono nella graduatoria le province di Firenze (2,98%), Pisa (2,84%), Arezzo (2,83%) e Lucca, dove la percentuale di chi ha dichiarato un incidente con colpa è pari al 2,77%. 
Valori inferiori alla media regionale, invece, per Livorno e Grosseto, province dove la percentuale di chi vedrà peggiorare la propria classe di merito è pari al 2,43%.
Chiudono la classifica regionale Siena (2,33%), Prato (1,88%) e Pistoia, area toscana dove in percentuale sono stati denunciati alle assicurazioni meno sinistri con colpa (1,82%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rc auto, crollano i sinistri e si abbassa la spesa: per gli aretini premio ridotto del 12 per cento

ArezzoNotizie è in caricamento