Cambio gomme, il termine spostato al 15 giugno

Se l’indice di velocità delle vostre gomme dovesse essere di un livello inferiore a quello riportato sul libretto, c'è tempo fino al 15 giugno per la sostituzione delle gomme invernali

Il termine del 15 aprile a partire dal quale è entrato in vigore l’obbligo di cambiare le gomme invernali con quelle estive è ormai scaduto. Tuttavia la legge consente di continuare a utilizzare le gomme invernali se l’indice di velocità è quello riportato nel libretto di circolazione anche durante la stagione estiva. Qualora invece l’indice di velocità delle vostre gomme dovesse essere di un livello inferiore, si ha tempo fino al 15 giugno per la sostituzione degli pneumatici invernali con quelli estivi. Quindi, in questo caso, vi conviene  fissare fin da adesso un appuntamento dal vostro gommista di fiducia per procedere con il cambio gomme.

L’emergenza sanitaria da Corona virus che ha bloccato le attività in Italia e ci ha fatto saltare i consueti appuntamenti anche con il gommista, al fine di limitare le occasioni di contagio e la propagazione del Coronavirus, può essere l’occasione, dopo lo stop forzato,  per sottoporre ad un controllo generale lo stato degli pneumatici della nostra auto.

Molte auto sono state parcheggiate in strada o in garage per un lungo periodo. E’ importante dunque prima di ripartire eseguire un controllo a vista su tutti e quattro gli pneumatici, che ciascuno può eseguire in prima battuta anche da sé. Verificate prima di tutto lo stato della pressione delle gomme. Non devono apparire sgonfie. Non ci devono essere né tagli, né abrasioni sul fianco della gomma.

L’usura del battistrada deve essere uniforme e regolare. Ricordatevi che per legge è possibile guidare fino al limite minimo di profondità del battistrada pari a 1,6 millimetri. Tuttavia per una questione di sicurezza è sempre opportuno sostituire gli pneumatici una volta raggiunto il limite di 3 millimetri. Ne va della nostra e altrui sicurezza. Ad ogni modo il controllo eseguito da un professionista ci mette al riparo da brutte sorprese, proprio perché in grado (meglio di noi) di verificare anche mediante l’impiego di attrezzature specifiche, la salute delle gomme della nostra vettura, piuttosto che del furgone, della moto, o del mezzo di trasporto di persone o merci, che abitualmente utilizziamo.

Non va mai dimenticato che gli pneumatici sono l’unico contatto fra la vettura e il suolo. Uno slogan di qualche anno fa, di una nota casa produttrice di pneumatici recitava: la potenza è nulla senza controllo. Parole sante.
Con l’auto dal gommista ricordatevi di fare controllare anche lo stato della ruota di scorta o del ruotino per le vetture che ne sono dotate. In mancanza verificate che il kit 'gonfia e ripara' sia completo e funzionante. Non c’è nulla di più frustrante per un automobilista, che trovarsi con una gomma a terra e non avere nulla per sostituirla o per ripararla. Uomo avvisato…

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

  • Malore a scuola: docente trasferita a Siena in codice rosso

  • Tutti i sindaci di Arezzo dal 1946 ad oggi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento