Meteo

Colpo di coda dell'inverno. Vento spazza via tetti, piante e manda in tilt i treni: neve in quota

In Casentino e Valtiberina tetti imbiancati. Disagi anche a bordo dei treni regionali, molti i ritardi a causa di guasti

Foto tratta da Arezzo Meteo (Consuma)

E poi l'inverno torna di nuovo a flagellare la provincia di Arezzo.
Colpo di coda per freddo, neve e vento. Dopo giornate dal sapore quasi estivo ecco che il territorio piomba nuovamente nel grigiore dell'autunno. 
Questa mattina, come già preannunciato nelle ore precedenti dal servizio di previsioni meteo, il vento ha creato non pochi disagi.

In tilt il traffico ferroviario locale

"Per la presenza di materiale non appartenente ad RFI trasportato dal forte vento nei pressi della sede ferroviaria, i treni da/per Arezzo procedono a velocità ridotta ambito stazione di Ponticino e potranno maturare sino a 20' di ritardo, primi regionali interessati 11658, 11798 e 11662, intervento agenti RFI previsto entro le ore 6.45"

Questa la comunicazione che ha dato il buongiorno alle centinaia di pendaolari che questa mattina hanno dovuto raggiungere le varie stazioni della provincia per tentare di salire a bordo dei treni regionali e raggiungere la meta di destinazione.
Il risultato, in questo senso, al netto delle folate di vento che questa mattina hanno spazzato il territorio sono stati ritardi che hanno variato dai 15' ai 50' minuti.

Danni alle strutture

Crollano tetti, piante in strada, distrutto un impianto da tennis

Nella notte sono state numerose le chiamate effettuate dalla popolazione ai vigili del fuoco. A destare preoccupazione, nella maggior parte dei casi, sono state le coperture di abitazioni o annessi che, in qualcuni casi sono state divelte dalla propria sede e trascinati fino a terra.
Alberi abbattuti e rami spezzati praticamente ovunque e cassonetti dell'immondizia trascinati in mezzo alla sede stradale. 

La neve è tornata in montagna e sulla E45

Dal Casentino alla Valtiberina ecco che i soffici bianchi fiocchi hanno fatto la loro comparsa.
Badia Prataglia si è svegliata completamente imbiancata. Stesso scenario per Corezzo, Pratomagno, La Verna e la Consuma. 
In generale le località situate oltre i 700 metri hanno accolto nuovamente la neve.
Anche a Pieve Santo Stefano, lungo la E45, gli automobilisti hanno dovuto fare i conti con il ritorno dei fiocchi. Disagi a zero visto che le precipitazioni nevose sono state di lieve entità.

neve-e45-2

"Niente di strano per marzo - spiegano gli esperti di Arezzo Meteo - vedere le nostre montagne con leggeri accumuli di neve. Molto più strano, forse, vedere diverse giornate con temperature massime ben oltre i 20 gradi. Purtroppo su buona parte della nostra provincia non si sono avute precipitazioni degne di nota e comunque le previsioni le vedevano sulle zone Appenniniche e zone limitrofe".

Le previsioni a cura di Arezzo Meteo

Il sistema depressionario si è portato piuttosto velocemente fra Sardegna e Corsica e in giornata si porterà ulteriormente verso sud. Il gradiente barico fra centro depressionario e zone a nord delle Alpi è molto elevato e da qui, come conseguenza, l'intensa ventilazione da grecale che sta creando dei disagi. Il tempo andrà comunque migliorando poiché la nostra penisola, almeno il centro nord, verrà raggiunta da un campo di alta pressione disteso per paralleli conmassimi fra Francia e Centro Europa.

Martedì: tempo ancora incerto nella prima parte di giornata con qualche precipitazione residua specie nelle aree orientali con neve debole sui rilievi anche a quote basse per la stagione. Miglioramento nella seconda parte di giornata con cielo parzialmente nuvoloso. Ventilazione sostenuta a tratti forte da grecale, temperature in ulteriore calo fino a valori sotto le medie.
Mercoledì: da poco a parzialmente nuvoloso per arrivo di stratificazioni di tipo medio alto. Ancora ventilazione da grecale. Temperature di qualche grado sotto le medie, in aumento, comunque, nei valori massimi.
Giovedì: sereno o poco nuvoloso. Ventilazione ancora da grecale, ma più attenuata. Temperature minime in calo nelle zone più riparate dal vento. massime in aumento.

Evoluzione successiva: Pressioni elevate fino al prossimo fine settimana, senza peggioramenti e con tempo prevalentemente secco e soleggiato.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Colpo di coda dell'inverno. Vento spazza via tetti, piante e manda in tilt i treni: neve in quota

ArezzoNotizie è in caricamento