Mercoledì, 22 Settembre 2021
Meteo

Picchi di caldo e afa: è la settimana più incandescente dell'estate. Sabato previsti 40 gradi

E Ferragosto? In teoria le temperature dovrebbero lievemente scendere, fino a 37 gradi. Mentre per vedere qualche goccia di pioggia sarà necessario attendere il prossimo 16 agosto

L'ondata di caldo più temuta è arrivata. Già da oggi le temperature hanno iniziato a salire anche nell'Aretino. Ma il picco pare non sia stato ancora raggiunto. Sono infatti temperature in crescita quelle che mostrano le previsioni meteo. E l'apice si dovrebbe raggiungere sabato prossimo, quando i 40 gradi saranno dietro l'angolo.

Il caldo intenso di oggi è arrivato a toccare i 36 gradi, come riporta il sito 3bMeteo, mentre la minima è stata di 21 gradi. E come previsto l'afa ha fatto da padrona. Per domani le previsioni non promettono nulla di diverso: cieli in prevalenza sereni e una massima di 37 gradi, e ancora afa. Secondo il sito di previsioni meteo le temperature massime continueranno a salire di un grado al giorno fino a sabato: giovedì 38 gradi, venerdì 39, sabato 40. E Ferragosto? In teoria le temperature dovrebbero lievemente scendere, fino a 37 gradi. Mentre per vedere qualche goccia di pioggia sarà necessario attendere il prossimo 16 agosto. 

Un grande caldo dunque, ma che pare nulla confronto i picchi di 47 o 48 gradi attesi per questa settimana nel sud Italia e nelle isole tra domani e giovedì. Il ministero della Salute ha emesso un bollettino rosso per 4 città che domani saranno caldissime: Bari, Campobasso, Rieti e Roma. Per altre 9 ci sarà un bollettino arancione: Bologna, Brescia, Catania, Frosinone, Latina, Palermo, Perugia, Trieste e Viterbo. Arezzo al momento non rientra tra queste, anche se di fatto il ministero monitora 27 città in tutto e anche se la città non è citata, non è detto che non abbia temperature incandescenti

Caldo e animali domestici: ecco come aiutare i nostri amici a superare l'ondata di calore

Il decalogo per combattere il caldo

L'appello all'attenzione è rivolto a tutti, con particolare premura per gli over 70, i disabili, i malati cronici, chi segue terapie farmacologiche, i bambini molto piccoli.

Quando la temperatura è particolarmente elevata, è consigliabile:
- non uscire nelle ore più calde della giornata, in particolare tra le 11 e le 17;
- limitare l’attività fisica intensa;
- indossare indumenti leggeri, possibilmente in fibra naturale, di colore chiaro, proteggersi con un cappello e con occhiali da sole;
- scegliere le prime ore del mattino per rinfrescare i locali dell'abitazione,
- rinfrescare l’ambiente con ventilatori o condizionatori, senza abbassare eccessivamente la temperatura rispetto all’esterno, per evitare sbalzi termici;
- rinfrescare l’abitacolo dell’auto prima di salire e se ci si mette in viaggio, dotarsi di una quantità di acqua adeguata; è infatti importante idratarsi bene bevendo molta acqua ed evitando bevande gassate,  alcoliche e con caffeina.
- consumare cibi leggeri, preferibilmente frutta e verdura, pesce e gelati, meglio se frazionati durante la giornata in modo da evitare pasti troppo abbondanti.

Per chi fa uso di medicinali:
- conservare i farmaci in un luogo fresco, a una  temperatura inferiore ai 30 gradi e comunque lontano da fonti di calore. Il caldo infatti può potenziare l’effetto di molti farmaci per la cura dell’ipertensione e di molte malattie cardiovascolari.                                                                                               

- opportuno effettuare un controllo più frequente della pressione arteriosa e, se occorre, richiedere il parere del proprio medico. 
I pronto soccorso dei vari ospedali della provincia di Grosseto sono già preparati e predisposti con un assetto organizzativo in grado di affrontare un eventuale un aumento degli accessi, causati anche dalle alte temperature del periodo.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchi di caldo e afa: è la settimana più incandescente dell'estate. Sabato previsti 40 gradi

ArezzoNotizie è in caricamento