rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Meteo

Neve, emergenza nell'Aretino. Intero paese senza energia elettrica per 14 ore. Odissee sulle strade

Anziana e badante soccorse in Casentino. Mezzi intraversati sulla Sr73. Una giornata di disagi

Famiglie isolate, abitazioni senza elettricità, neve caduta copiosamente (in alcune località gli accumuli hanno superato il metro di altezza): sono stati momenti difficili quelli vissuti ieri nell'Aretino. Sulle strade e in due vallate in particolare - Valtiberina e Casentino - si sono avute numerose criticità. Badia Tedalda e Sestino hanno chiuso le proprie scuole. Badia Prataglia invece ha vissuto lunghe ore di ansia, per un guasto che ha lasciato senza energia elettrica alcune centinaia di utenze. E come se non bastasse, nella notte il rischio ghiaccio ha nuovamente messo alla prova l'intera provincia.

In mattinata la situazione è nettamente migliorata, come ha spiegato il presidente della Regione Eugenio Giani sui suoi canali social: "Le criticità dovute alla neve in provincia di Arezzo sono risolte, rimangono ancora chiusi due passi (la strada verso l’Eremo di Camaldoli a Poppi e il passo della Calla a Pratovecchio). Ringrazio tutti gli operatori impegnati sulle strade della Toscana!".

Il caso di Badia Prataglia

In Casentino la cittadina che ha avuto più disagi è stata quella di Badia Prataglia. Qui il maltempo ha causato un guasto importante: un cavo dell'energia elettrica è stato tranciato e per ore circa 300 famiglie sono rimaste senza energia elettrica e senza telefono. Il disagio, infatti si è avuto a partire dalle 5 del mattino ed è stato risolto alle 18,30 circa.

La protezione civile, con in prima fila il sindaco Carlo Toni, ed Enel sono intervenuti. Sono stati portati nella frazione alcuni generatori per ripristinare i servizi di emergenza mentre veniva cercato il guasto. 

Contemporaneamente ci sono stati importanti problemi di viabilità: "Ieri mattina - spiega il sindaco di Poppi Toni - un pullman si è intraversato sulla strada principale, ne pomeriggio stessa situazione si è verificata con due autotreni. La strada era bloccata e anche i soccorsi non riuscivano a passare". 

I soccorsi a persona

Inoltre nel paese casentinese si è avuta anche un'emergenza sanitaria. Una badante ha avuto un malore e sono stati chiamati gli operatori dell'emergenza urgenza. Nello stesso tempo l'anziana che assisteva è rimasta sola, ma aveva bisogno di essere portata in un luogo più confortevole per le sue condizioni e dove potesse essere accudita. Le due persone nel pomeriggio sono state messe in sicurezza. 

Sul posto, insieme alla Protezione civile, Soccorso Alpino e Speleologico della Toscana e i sanitari dell'emergenza urgenza, sono intervenuti i Carabinieri e i vigili del fuoco.

Anziana soccorsa

Badia Tedalda e l'intervento della protezione civile regionale

Neve molto abbondante anche a Badia Tedalda dove le scuole (come anche Sestino) sono rimaste chiuse. "Il nostro sistema di protezione civile - ha spiegato durante l'emergenza il presidente della Regione Eugenio Giani - è intervenuto a ritmo serrato a Badia Tedalda dove la neve ha raggiunto oltre 1 metro. Alcune frazioni erano isolate e senza luce, Enel sta portando gruppi elettrogeni in supporto. Non si segnalano danni a persone. Criticità anche a Chiusi della Verna e Sestino. Grazie alle donne e uomini impegnati in queste difficili ore".

Caos E45 e viabilità

Caos nella viabilità provinciale. Alle porte di Arezzo, gli automobilisti che percorrevano la Sr 73 e la superstrada che collega alla Valtiberina hanno vissuto momenti difficili. Mezzi intraversati sulla due corsie hanno infatti causato lunghe code bloccando sia i mezzi spazzaneve sia gli eventuali soccorsi. In molti hanno raccontato sulle proprie pagine social i lunghi minuti in attesa. I vigili del fuoco del comando di Arezzo sono intervenuti ieri su veri fronti nella zona del valico Scopetone: la squadra ha rimosso con l'autogru un mezzo pesante che ostruiva il passaggio degli altri veicoli. Nei pressi del Passo Fangacci recuperata una vettura, anche questa rimasta bloccata dalla neve ed in bilico sul ciglio della strada.

E poi il capitolo E45, rimasta chiusa per lunghe ore da Pieve Santa Stefano in direzione Nord dal primo pomeriggio a causa della rottura di un cavo dell’energia elettrica di media tensione al valico di Verghereto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Neve, emergenza nell'Aretino. Intero paese senza energia elettrica per 14 ore. Odissee sulle strade

ArezzoNotizie è in caricamento