menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bollo auto: scadenze, calcolo e pagamenti

L'imposta per eccellenza degli automobilisti. Come calcolarla, quando e dove si paga, cosa si rischia in caso di sanzione

Il bollo è l'imposta per eccellenza degli automobilisti. Si tratta di una imposta legata al possesso del veicolo e ricade sulla persona che risulta proprietaria del veicolo che viene pagata alla Regione.

Quando si paga

Primo pagamento

Se si tratta del primo bollo il pagamento deve essere effettuato entro l’ultimo giorno del mese di immatricolazione. Se però l'immatricolazione è stata effettuata negli ultimi dieci giorni del mese il pagamento può essere effettuato nel corso del mese successivo. Per conoscere la data di immatricolazione è sufficiente controllare la carta di circolazione.

Il rinnovo

In questo caso il sistema dei pagamenti è scaglionato in diverse date fisse nel corso dell'anno. Il rinnovo di pagamento va effettuato entro l'ultimo giorno del mese successivo a quello di scadenza del bollo precedente. Ciò significa che il bollo scaduto ad agosto deve essere saldato entro settembre.

  • 31 maggio se il bollo che scade ad aprile;
  • 30 settembre se il bollo scade ad agosto;
  • 20 gennaio se il bollo scade a dicembre

Quando l'ultimo giorno del mese cade di sabato o di giorno festivo, il termine è prorogato al primo giorno lavorativo successivo.

Dove pagare

E' possibile effettura il pagamento presso gli uffici postali tramite un apposito bollettino, presso le ricevitorie e i tabacchi autorizzati, le delegazioni Aci, le agenzie pratiche auto, online sul sito dell'Aci, sul sito delle Poste

Come calcolare l'importo

Esistono vari metodi per conoscere in anticipo il pagamento. Tra i più affidabili vi segnaliamo questo link dell'Agenzia delle Entrate dove è necessario inserire solo il numero di targa del mezzo.

Le sanzioni

In caso di mancato pagamento la sanzione, se il bollo viene pagato entro 15 giorni dalla scadenza, è pari allo 0,1% per ogni giorno di ritardo. Dal 16esimo al 30esimo giorno dell’1,50%, fino al 90esimo giorno dell’1,67% e fino ad un anno dalla scadenza del 3,75%.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento