menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedalare in sicurezza: obblighi e doveri dei ciclisti. Le regole per una pedalata sicura e lontana dai guai

Tutto quello che il Codice della Starda permette, obbliga o vieta ai ciclisti

Il rapporto tra ciclisti e automobilisti è di quelli che potrebbero rientrare nella categoria "odi et amo". Quanto volte in sella alla vostra bici avete imprecato per il sorpasso azzarsato di un guidatore? A parti inverse: quante volte vi è capitato di essere al volante e non poter sorpassare un gruppo di ciclisti che anzichè disporsi in fila indiana occupano tutta la carreggiata oscurandovi la visuale?

Cerchiamo di fare chiarezza. Ecco che in aiuto arriva la Polizia di stato con la campagna “L’A BI CI – Ped pedalare in sicurezza” a mettere nero su bianco quello che un ciclista deve, può e non può fare. 

I ciclisti devono

-    Procedere su un’unica fila quando le condizioni lo richiedono 

-    Mai essere affiancati in numero superiore a 2 

-    Fuori dai centri abitati procedere su un’unica fila 

-    Un minore di 10 anni può procedere alla destra di un adulto 

-    Avere l’uso libero delle mani 

-    Reggere il manubrio con almeno una mano 

-    Avere la visuale libera davanti e ai lati 

-    Condurre la bicicletta a mano quando si è di intralcio per i pedoni 

-    Transitare sulle piste ciclabili quando esistono 

-    Segnalare con il braccio la manovra di svolta a destra, sinistra o di fermata ( in quest’ultimo caso la mano è alzata)

I ciclisti non possono 

-    Trainare veicoli salvo casi specifici

-    Condurre animali 

-    Farsi trainare 

-    Trasportare altre persone se la bici non è omologata 

-    Guidare in stato di alterazione psicofisica 

Il casco 

Nessuna norma impone l’uso del casco in bicicletta, ma è comunque uno strumento di fondamentale importanza per la sicurezza del ciclista. Per la massima protezione ed efficacia deve essere della giusta misura, calzato e allacciato correttamente. 

Accessori per la circolazione su strada 

L’articolo 68 del Codice della Strada definisce le caratteristiche costruttive e funzionali che la bici deve avere per circolare su strada: 

-    Dispositivo di frenatura indipendente per ciascun asse 

-    Luce elettrica rossa posteriore 

-    Catadiottro rosso

-    Catadiottri laterali 

-    Catadiottri sui pedali 

-    Catadiottri laterali 

-    Luce bianca o gialla anteriore 

-    Campanello 

Le luci e i catadiottri devono essere presenti e attivi sulla bici da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima dell’alba, anche di giorno in galleria o in caso di maltempo e nebbia. 

Trasporto dei bambini 

E’ consentito il trasporto di un bambino fino a 8 anni di età, purché la bici sia equipaggiata con idonee attrezzature, ovvero 

-    Sedile con schienale 

-    Braccioli

-    Sistema di fissaggio alla bicicletta

-    Sistema di protezione per il bambino (cinture e protezione piedi) 

Trasporto di biciclette 

Il trasporto della bici deve rispettare le disposizioni relative alla sistemazione del carico sui veicoli, in particolare: 

-    La bici non deve limitare la visibilità del conducente 

-    La bici non deve mascherare dispositivi di illuminazione e targa 

-    La bici non deve sporgere anteriormente 

-    La sporgenza longitudinale deve essere segnalata con 1 o 2 pannelli di segnalazione (quelli con strisce oblique rosse su sfondo bianco) 

-    Le sporgenze non possono superare i 2,25 metri di larghezza, i 12 metri di lunghezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Gossip Style

    La nuova frontiera social: postare foto senza trucco

  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento