Raccolta differenziata: perché farla e come farla

Come smaltire vetro, carta, scarti di cucina e altri materiali. Una guida per la raccolta differenziata

Per raccolta differenziata si intende il raggruppamento dei rifiuti urbani in base alla materia di composizione: ad esempio, il vetro, la plastica, la carta, i farmaci scaduti e le pile esaurite, in modo che questi possano essere riutilizzati o smaltiti senza causare danni all’ambiente.

La gestione differenziata dei rifiuti urbani è indispensabile per ottenere la progressiva riduzione del carico dei rifiuti stessi che in quantità ormai eccessive sono destinati alle discariche, ma anche e soprattutto perché consente risparmi energetici, riciclaggio delle materie prime e, quindi, minore inquinamento ambientale. Ma come deve essere effettuata la raccolta differenziata?

Carta 

- Giornali e riviste, libri, quaderni, buste, fogli, scatole, cartone a pezzi, cartoncini di ogni tipo, documentazioni di archivi, registri, schede, tabulati, sacchetti di carta, volantini pieghevoli e pubblicitari, fascette in cartoncino.

No - Piatti e bicchieri di carta, carta accoppiata con altri materiali (es: tetrapak, purepak), carta forno, carta plastificata, carta carbone, carta oleata, carta chimica dei fax, fotografie, carta e cartone con evidenti residui di cibo.

Organico

Scarti alimentari, alimenti deteriorati, piccoli ossi, gusci d’uovo, fondi di tè o caffè, fiori ed erba secca, fogliame e piccole potature, paglia, segatura, ceneri di legna fredde, stoviglie, shoppers e altro materiale biodegradabile, pannolini e altri rifiuti compostabili ai sensi della norma UNI EN 13432, tappi di sughero.

No - Ossi di grandi dimensioni, oggetti in tessuto o pelle, lettiere di animali domestici, pannolini non compostabili, oli vegetali, inerti.

Multimateriale

- Piatti e bicchieri di plastica privi di residui organici, bottiglie e contenitori in plastica con la scritta pet, pe, pvc, pp-ps, vaschette in pvc e polistirolo e alluminio (es: uova, carne e verdure), lattine e scatolette cellophane (es. sacchetti di pasta e delle merendine) shoppers in plastica, tubetti vuoti (alimentari e cosmetici), retine per verdure, contenitori per bevande ed alimenti in materiale poliaccoppiato (es: tetrapak, purepak ), bombolette spray vuote (es: panna, deodorante, lacche), contenitori vuoti di prodotti per l’igiene personale e della casa, sacchetti di patatine, imballaggi di prodotti surgelati, confezioni rigide/flessibili per alimenti in genere (es: affettati, formaggi, frutta e verdura), contenitori per yogurt e dessert, film e pellicole, buste per il confezionamento di capi di abbigliamento, blister e contenitori rigidi sagomati (es: contenitori di articoli da cancelleria, di pile, di prodotti informatici).

No - Ceramica (es: piatti, tazze), rifiuti da medicazione, beni durevoli in plastica (es: elettrodomestici, casalinghi, complementi d’arredo), giocattoli, posate in plastica e metallo, videocassette, CD e DVD, articoli per l’edilizia, barattoli per colle, vernici e solventi, grucce appendiabiti, borse e zainetti, cartellette, portadocumenti, componentistica ed accessori auto, imballaggi con evidenti residui del contenuto (rifiuto pericoloso, non pericoloso e putrescibile), oggetti in terracotta, barattoli che contenevano prodotti tossici e infiammabili, lampadine, sacchetti biodegradabili, teglie in pirex, oggetti in cristallo.

Vetro

- Bottiglie in vetro, vasetti e barattoli in vetro.

No - Specchi, oggetti in cristallo o pyrex, lampadine, ceramica.

Attenzione - Nella maggior parte dei comuni il vetro è raccolto assieme a plastica, metallo, poliaccoppiati nello stesso contenitore attraverso la modalità della raccolta del multimateriale.

Indifferenziato

- Ceramica, piatti e bicchieri di carta, carta accoppiata con altri materiali, ossi di grandi dimensioni, lettiere di animali, pannolini non compostabili, videocassette, CD e DVD, specchi, pellicole fotografiche, penne, pennarelli, astucci, zainetti, schede magnetiche, sacchi per aspirapolvere, spazzole e spazzolini, stracci, spugne, trucchi.
In genere tutto ciò che non può essere riciclato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

No - Farmaci, pile, rifiuti speciali tossici o nocivi etichettati con i simboli t/f , calcinacci , pneumatici, termometri, estintori, bombole del gas, oli esausti, rifiuti di grosse dimensioni, elettrodomestici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calciomercato dilettanti, la tabella dei trasferimenti

  • Referendum, regionali e amministrative: ecco come si vota

  • Studente precipita da 6 metri il primo giorno di scuola: è grave. Sequestrata l'area

  • Regionali 2020: tutti i nomi dei candidati al consiglio toscano. 102 aretini in corsa

  • Nomi, non tutti sono permessi: ecco quelli vietati dalla legge in Italia

  • Schianto frontale e strada chiusa: 4 feriti, di cui tre ragazzi. Grave una 42enne

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento