menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sostegno per l’impresa femminile

Con un prossimo decreto saranno individuate la ripartizione della dotazione finanziaria tra i diversi interventi, le modalità di attuazione, i criteri e i termini per accedere alle agevolazioni

Presso il Ministero dello Sviluppo economico, con una dotazione finanziaria di 20 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022, è stato istituito il “Fondo a sostegno dell’impresa femminile”.

Il Fondo ha la finalità di realizzare:

  • interventi per supportare l’avvio dell’attività, gli investimenti e il rafforzamento della struttura finanziaria e patrimoniale delle imprese femminili, con specifica attenzione ai settori dell’alta tecnologia;
  • programmi ed iniziative per la diffusione di cultura imprenditoriale tra la popolazione femminile;
  • programmi di formazione e orientamento verso materie e professioni in cui la presenza femminile va adeguata alle indicazioni di livello comunitario e nazionale.

Le finalità saranno realizzate attraverso l’utilizzo di:

  • contributi a fondo perduto per avviare imprese femminili, con particolare attenzione alle imprese individuali e alle attività libero professionali in generale e con specifica attenzione a quelle avviate da donne disoccupate di qualsiasi età;
  • finanziamenti a tasso zero, finanziamenti agevolati, combinazioni di contributi a fondo perduto e finanziamenti per avviare e sostenere le attività di imprese femminili;
  • incentivi per rafforzare le imprese femminili, costituite da almeno 36 mesi, sotto la forma di contributo a fondo perduto del fabbisogno di circolante nella misura massima dell’80% della media del circolante degli ultimi 3 esercizi;
  • percorsi di assistenza tecnico-gestionale, per attività di marketing e di comunicazione durante tutto il periodo di realizzazione degli investimenti o di compimento del programma di spesa, anche attraverso un sistema di voucher per accedervi;
  • investimenti nel capitale, anche tramite la sottoscrizione di strumenti finanziari partecipativi, azioni di comunicazione per la promozione del sistema imprenditoriale femminile italiano e degli interventi finanziati come sopra descritto.

Con un prossimo decreto saranno individuate la ripartizione della dotazione finanziaria tra i diversi interventi, le modalità di attuazione, i criteri e i termini per accedere alle agevolazioni, le azioni di controllo e monitoraggio. Con un ulteriore decreto saranno definiti i criteri di selezione ed individuazione da parte del MEF dei fondi da integrare, nonché le modalità per l’assegnazione dei finanziamenti ai progetti imprenditoriali. Info e schemi dettagliati sono contenuti nella circolare di Fondazione studi Consulenti del lavoro n.1/21 che spiega tutti i provvedimenti contenuti nella legge di bilancio 2021.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Zecchino d’Oro: aperti i casting online per la Toscana

  • Gossip Style

    Estate 2021, la moda delle perline colorate

Torna su

Canali

ArezzoNotizie è in caricamento