Come richiedere la 104 ad Arezzo

Come ottenere i benefici di una legge che tutela i diritti delle persone disabili

La 104 è una legge che si occupa dell'assistenza delle persone affette con disabilità. L'intento è quello di dare un aiuto sia ai disabili che alle persone che si occupano di loro con una serie di agevolazioni dal punto di vista lavorativo e fiscale.

I soggetti aventi diritto sono coloro che hanno disabilità visive, uditive (o entrambe), autistici, disabili con sindrome di Down, mutilati e disabili motori.

Come presentare la domanda

E' necessario che i soggetti siano riconosciuto come portatori di handicap. Le domande per il riconoscimento devono essere presentate all’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps), secondo le modalità e la modulistica stabilite dallo stesso ente. Coloro già in possesso di invalidità o stato di handicap già accertato in cui sia prevista la rivedibilità, conservano tutti i diritti acquisiti in materia di benefici, prestazioni e agevolazioni di qualsiasi natura fino allo svolgimento della visita di verifica.

Per essere riconosciuti come portatori di handicap è necessario sottoporsi a visita medica presso una apposita commissione mista dell'ASL dove. È prevista la possibilità di visite domiciliari per quelle persone con documentata impossibilità ad essere trasportate.

Le agevolazioni

Agevolazioni lavorative
I lavoratori portatori di handicap hanno diritto a tre giorni di permesso mensile.
I lavoratori che invece assistono un familiare possono fruire di tre giorni mensili di permesso, solo se il disabile sia parente o affine entro il terzo grado di parentela.

Agevolazioni per i genitori
I genitori di soggetti diversamente abili hanno diritto al prolungamento dell'astensione facoltativa se il figlio è minore di tre anni oppure a tre giorni di permesso mensile se il figlio ha tra i tre e i 18 anni.

Agevolazioni fiscali
I soggetti diversamente abili hanno diritto alle seguenti agevolazioni fiscali:

  • riconoscimento delle spese sanitarie quali oneri deducibili e non quali detrazioni;
  • applicazione dell'IVA agevolata al 4% per l'acquisto di protesi, sussidi e strumenti tecnologici (telefono cellulare, computer);
  • applicazione dell'IVA agevolata al 4% per l'acquisto e la trasformazione di veicoli per il trasporto di persone con handicap;
  • esenzione della tassa di concessione governativa sulla telefonia mobile;
  • esenzione del bollo auto;
  • detrazione in misura del 19% per l'acquisto di beni dei disabili;

È consigliabile visionare i siti dell'agenzia delle entrate e dell'INPS per consultare le agevolazioni e le regole sui permessi nel dettaglio con i relativi aggiornamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus oggi in Toscana: quasi 1.200 nuovi casi e 47 morti

  • Coronavirus, i casi in Toscana scendono sotto quota mille. Calano i decessi

  • Spostamenti, la nuova ordinanza in Toscana. Cosa si potrà fare

  • Guida Michelin 2021: Arezzo c'è, con una conferma. L'elenco dei ristoranti stellati in Toscana

  • Covid e Natale: attesa per il nuovo Dpcm. Cenoni, aperture e spostamenti al vaglio del governo

  • Travolto assieme al cane mentre attraversa la strada: ferito 31enne

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento