rotate-mobile
Lavoro

"Prorogare il blocco dei licenziamenti sino a quando sarà completata la vaccinazione di massa"

I consulenti del lavoro di Arezzo: "Non è difficile immaginare le conseguenze di un mancato differimento del blocco dei licenziamenti: migliaia di lavoratori disoccupati, ed una bomba sociale pronta ad esplodere"

Riceviamo e pubblichiamo il contributo dei Consulenti del lavoro della provincia di Arezzo.

Uno dei problemi più delicati che il Governo Draghi dovrà affrontare, riguarderà il blocco dei licenziamenti che, come noto, scadrà il prossimo 31/3/2021. Nell’attuale contesto economico, non è difficile immaginare le conseguenze di un mancato differimento: migliaia di lavoratori licenziati ed una bomba sociale pronta ad esplodere.
Per questo motivo, riteniamo sia opportuno prorogare il blocco dei licenziamenti almeno sino a quando la gran parte della popolazione sarà vaccinata.
Solo allora, si potranno valutare compiutamente le conseguenze della crisi economica provocata dalla pandemia e sarà misurabile la reale consistenza degli esuberi.
Naturalmente, nel frattempo, le aziende non dovranno essere lasciate sole: dovrà essere prorogata la cassa integrazione e rese più semplici le procedure; dovranno essere destinate molte delle risorse del Recovery Plan a finanziare i settori produttivi che più di altri concorrono al Pil, così da accompagnare la ripartenza economica del Paese e creare nuova occupazione.
Contestualmente, si dovranno potenziare, stavolta in modo serio e risoluto, le politiche attive del lavoro ammodernando i Centri per l’Impiego ed investendo in programmi di ri-qualificazione certificata ed orientata alle effettive necessità delle aziende così da agevolare in modo realmente efficace il ricollocamento dei lavoratori.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Prorogare il blocco dei licenziamenti sino a quando sarà completata la vaccinazione di massa"

ArezzoNotizie è in caricamento