Servizio civile, quattro posti presso la Procura della Repubblica di Arezzo

Il progetto è denominato "La giustizia a salvaguardia dei prodotti e delle attività produttive toscane"

E' stata disposta la terza proroga del progetto di interesse regionale sulle “Frodi agroalimentari” ed emanato il relativo avviso per la selezione di 30 giovani da impiegare nel progetto di servizio civile regionale finanziato con il POR FSE 2014/2020, di cui n. 4 volontari da impiegare presso la Procura della Repubblica di Arezzo. 

Il progetto è denominato "La giustizia a salvaguardia dei prodotti e delle attività produttive toscane". La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 27 luglio alle ore 14.

Possono partecipare alla selezione tutte le persone, senza distinzione di sesso che, alla data di presentazione della domanda:

  • siano regolarmente residenti in Toscana o ivi domiciliati per motivi di studio propri o per motivi di studio o di lavoro di almeno uno dei genitori;
  • abbiano un'età compresa fra i 18 ed i 29 anni (quindi chi non ha ancora compiuto il 30°anno, ovvero 29 anni e 364 giorni);
  • siano disoccupati,  inattivi;
  • siano in possesso di idoneità fisica, documentata con certificato medico;
  • non abbiano riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione non superiore ad un anno per delitto non colposo.

I requisiti di partecipazione, ad eccezione del limite di età, devono essere mantenuti dalla data di presentazione della domanda  sino al termine del servizio. 

Non possono presentare domanda i giovani che:

  • abbiano già prestano o abbiano svolto attività di servizio civile nazionale o regionale in Toscana o in altra regione in qualità di volontari, ovvero che abbiano interrotto il servizio prima della scadenza prevista, ad eccezione di coloro che hanno cessato il servizio per malattia, secondo quanto previsto dall'articolo 11, comma 3, della legge regionale 35/06;
  • abbiano avuto nell'ultimo anno e per almeno sei mesi con l'ente che realizza il progetto rapporti di lavoro o di collaborazione retribuita a qualunque titolo.

La domanda deve  essere   presentata   esclusivamente on-line, accedendo al sito  https://servizi.toscana.it/sis/DASC      ( secondo una delle modalità sotto riportate ai punti A e B) e deve essere corredata dal curriculum vitae debitamente datato e firmato in  forma autografa. 

La domanda può essere presentata:

  1. accedendo al sito di cui sopra, utilizzando la propria carta sanitaria elettronica (CNS – carta nazionale servizi sanitari rilasciata dalla Regione Toscana ) munita di apposito PIN, tramite un lettore di smart card; la carta sanitaria elettronica (CNS) deve essere stata preventivamente attivata. Per informazioni su come attivare le carta ed ottenere il relativo PIN consultare il sito:

https://www.regione.toscana.it/servizi-online/servizi-sicuri/carta-sanitaria-elettronica

In caso di accesso  al sito per la domanda on line   con  CNS non è necessario allegare  copia  di un  documento di  identità;

  1. con accesso senza carta sanitaria elettronica (CNS) accedendo al sito  https://servizi.toscana.it/sis/DASC

 seguendo le istruzioni fornite sul sito medesimo; in questo caso è necessario allegare alla domanda copia fronte retro di un documento di identità in corso di validità.

Può essere presentata una sola domanda di partecipazione per un solo progetto di servizio civile tra quelli indicati nell’allegato A) al decreto Dirigenziale n. 8803 del 10/06/2020; in caso di presentazione di due o più domande  sul medesimo avviso, il giovane viene automaticamente escluso dalla partecipazione a tutti i progetti per i quali abbia presentato domanda.

La durata del servizio civile regionale è pari a 8 mesi. Ai giovani in servizio è corrisposto, direttamente dalla Regione Toscana, un assegno mensile di natura non retributiva pari a 433,80 euro. La procedura per il pagamento è avviata dopo la conclusione del terzo mese di servizio. Il ritiro prima della conclusione del terzo mese comporta la decadenza dai benefici previsti dal progetto.

Selezione

I giovani che hanno presentato regolarmente la domanda saranno chiamati a sostenere un colloquio sui seguenti argomenti:

  1. Il progetto "La giustizia a salvaguardia dei prodotti e delle attività produttive toscane": contenuti, finalità, modalità operative della tutela da parte della Procura, compiti dei volontari;
  2. Nozioni dell'Ordinamento Giudiziario,  uffici centrali e periferici; 
  3. Descrizione delle figure professionali del magistrato, del cancelliere, dell’operatore giudiziario e della polizia giudiziaria;
  4. Nozioni  di procedura penale relative   ai Servizi  della  Segreteria giudiziaria ;
  5. Nozioni ed elementi di informatica di base, con particolare riferimento ai software  Office 2010-2013 e Adobe Acrobat e Reader.

I tempi e le modalità di detta selezione verranno pubblicati sul sito www.procura.arezzo.it , che dovrà essere costantemente consultato nei giorni successivi alla scadenza del termine di presentazione delle domande.

Ultimate le valutazioni verrà redatta apposita graduatoria individuante:

  • i giovani idonei ed ammessi al progetto,  
  • gli idonei non ammessi al progetto
  • non idonei.

L'avvio al servizio è stabilito dalla Regione Toscana, che stipula con ciascun giovane un apposito contratto.

Il contratto indica gli obblighi di servizio, i diritti ed i doveri dei giovani, la sede di servizio di assegnazione del giovane (ovvero  il  luogo  ove il giovane dovrà prestare servizio), la data di inizio e fine servizio , le condizioni economiche ed assicurative. Lo schema di contratto  è pubblicato  nel sito della Regione Toscana come “Allegato I” del Decreto Dirigenziale n. 8803 del 10/06/2020.

Sede del Servizio 

Il servizio verrà svolto presso i locali della Procura della Repubblica di Arezzo, in Arezzo, Piazza Falcone e Borsellino n. 1.

Informazioni

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti:

  • per e-mail a: procura.arezzo@giustizia.it
  • per telefono dalle ore 10,00 alle ore 12:00 ai seguenti recapiti:
  • 0575-1738366 (Operatore di macchina – Operatore Giudiziario Stefania Bennati )
  • 0575/1738336 (Responsabile servizio civile - Direttore dott.ssa  Laura Pitoni)
  • 05751738335 (Coordinatore dei progetti –Cancelliere Lina Zotti)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm in arrivo: regioni chiuse e nuova divisione per colori. Cosa cambia per la Toscana

  • Toscana ancora in zona gialla? Si decide. Nuovo Dpcm: massimo 2 ospiti non conviventi in casa

  • Saturimetro: come funziona e quali sono i migliori modelli da acquistare on line

  • Banda dell'Audi bianca, è caccia aperta: le segnalazioni e la foto virale che fa sperare nell'arresto. Ma è un'altra operazione

  • Arrivati i nuovi vaccini Covid: ecco chi può accedere e come prenotarsi. Arezzo al top per somministrazioni

  • "Pettorina finta e Glock in mano, così ho capito che non erano carabinieri". Il vocale che svela i trucchi della banda dell'Audi bianca

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento