Medici di famiglia: ecco chi cessa l'attività e come sceglierne uno nuovo

Per alcuni di questi, gli assistiti devono effettuare la scelta del nuovo medico, mentre per altri non è necessario perchè vengono sostituiti temporaneamente

Nel mese di giugno, alcuni medici di medicina generale delle province di Grosseto, Siena e Arezzo, convenzionati con la Asl Toscana sud est cessano la loro attività. Per alcuni di questi, gli assistiti devono effettuare la scelta del nuovo medico, mentre per altri non è necessario perchè vengono sostituiti temporaneamente da professionisti già incaricati. 

I pazienti che devono scegliere il nuovo medico possono farlo secondo le seguenti modalità: 

allegando copia scannerizzata del documento di identità e della tessera sanitaria (anche foto), recapito telefonico per essere ricontattati, nome del medico scelto. Nell'oggetto dell'email indicare, cognome, nome e luogo di residenza.

  • per telefono: per Casole, Colle Val D’Elsa, Radicondoli al numero 0564/483777, dal lunedì al venerdì, 9-13:30, martedì e giovedì anche in orario 14-15; per S. Giovanni Valdarno, Cavriglia  al numero 055 9106674 e 055 9106675, orario 9-12 dal lunedì al venerdì; martedì e giovedì anche 14-17.

I medici disponibili e gli orari degli ambulatori sono consultabili all'indirizzo https://www.uslsudest.toscana.it/cosa-fare-per/scegliere-il-medico-o-il-pediatra/orari-ambulatori-medici-e-pediatri-di-famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sierologici, tamponi rapidi e molecolari: la lezione di Burioni utile per il caso di Arezzo

  • Nuovo Dpcm del 4 dicembre: le ipotesi per Natale su mobilità tra regioni, shopping e coprifuoco

  • Sushi ad Arezzo, i migliori ristoranti

  • "In tre giorni la situazione è precipitata", il messaggio del veterinario Brandi che lotta contro il Covid

  • Pier Luigi Rossi e la moglie guariti dal Covid: "Alimentazione fondamentale per superare la malattia"

  • Coronavirus, sono 2.207 i nuovi casi in Toscana. 48 i decessi: quattro sono aretini

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento