Mascherine obbligatorie: come, quando e dove usarle. L'appello dei sindaci: "Spiegatelo ai vostri figli"

Molti i sindaci dell’Aretino che in queste ultime ore hanno rinnovato l’appello ai propri concittadini affinché si facciano promotori di un corretto utilizzo dei dispositivi di protezione personale

L’uso della mascherina, all’aperto e al chiuso, è ormai diventato obbligatorio. Una misura entrata in vigore ormai da qualche giorno attraverso il decreto del governo che ha fatto seguito alle indicazioni del Comitato tecnico scientifico in conseguenza ai nuovi casi accertati di Covid-19 in tutto il territorio nazionale.

Molti i sindaci dell’Aretino che in queste ultime ore hanno rinnovato l’appello ai propri concittadini affinché si facciano promotori di un corretto utilizzo dei dispositivi di protezione personale. Tra questi spicca l'appello di Mario Agnelli, sindaco di Casiglion Fiorentino, che ha ricordato come “dovremmo fare tutti un ulteriore sforzo, a partire da me, usare la mascherina sempre e in particolare nei luoghi all’aperto e al chiuso dove ci sono altre persone. Sono però fiducioso che tutto questo resterà un brutto ricordo e con il nuovo anno riprenderemo le nostre abitudini”. Gli ha fatto eco Giampaolo Tellini, primo cittadino di Chiusi della Verna, che invece si rivolge ai genitori: “vi chiedo di spiegare ai vostri figli che è obbligatorio indossare la mascherina anche all’aperto, in particolare quando si incontrano con gli amici, compreso nei parchetti pubblici. I nostri agenti della polizia locale stanno intensificando i controlli e, purtroppo, sembra che tanti ragazzini non abbiano ben chiara la situazione. Visto che le multe sono decisamente salate (da 400 a 1000€) e che poi le dovrete pagare voi , credo potrebbe essere utile fare un bel discorso preventivo fra le mura domestiche”. Stesso appello dai sindaci dei comuni della Valtiberina che sottolineano: "Non possiamo decidere se rispettare le regole o no: le regole devono essere rispettate". Ecco le regole e le sanzioni previste.

Uscite fuori casa

Va tenuta sempre a portata di mano rispettando le regole di igiene. Va indossata ogni volta che si sia in prossimità di una persona non convivente. Se ci si trova in una zona isolata non va indossata anche se, bisogna essere pronti a metterla se si incontrano altre persone. Il decreto prevede l’“obbligo di indossarla in tutti i luoghi all’aperto ad eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi”.

Nei mezzi pubblici?

Va indossata alla fermata e a bordo.

Se sono in auto o in bici?

No, se si è da soli o con i congiunti. Sì, se si trasportano persone anche familiari ma non conviventi. Così anche per le moto. Non devo usarla se vado in bicicletta o sul monopattino.

Se faccio attività motoria?

No, sia all’aperto sia al chiuso non deve essere indossata a meno che non si riesca a mantenere la distanza di 2 metri dalle altre persone.

In ufficio devo usarla?

Sì, è obbligatoria sempre al chiuso a meno che non ci si trovi in stanza da soli.

In casa?

Se all’interno dell’appartamento si trovano non conviventi è obbligatoria.

Nei negozi?

Sì, è obbligatoria.

Al ristorante o al bar?

Al ristorante si deve indossare quando non si sta seduti al tavolo. Al bar si deve indossare prima e dopo la consumazione di cibo e bevande e in questo caso va mantenuta la distanza di un metro.

Al pub e nelle birrerie?

Sì, all’interno di pub, birrerie e altri locali la mascherina va indossata sempre e si può abbassare quando si mangia e si beve. All’esterno dei locali valgono le stesse regole.

Nei parchi?

Vale la regola generale e dunque va sempre indossata (esenti i bambini sotto i sei anni, disabili o per altre persone con patologie incompatibili con l'uso della mascherina).

I minori?

È obbligatoria dai 6 anni in su.

Le persone con disabilità?

Sono esentati coloro che hanno patologie o disabilità incompatibili con la copertura di naso e bocca e «coloro che per agire con loro abbiano la stessa incompatibilità».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanzioni e multe

Il decreto prevede sanzioni da 400 a 1000 euro a seconda della gravità del comportamento. Qualsiasi pubblico ufficiale può fare la multa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm entro domenica 25 ottobre: ipotesi coprifuoco. Novità su scuola e bus

  • Dilettanti, è ufficiale: stop ai campionati

  • Coronavirus Toscana: oggi 866 nuovi casi, 13 i decessi. La mappa provincia per provincia

  • Covid. Ecco la nuova ordinanza regionale. Giani: "Verso didattica a distanza e presenze contingentate nei centri commerciali"

  • Coronavirus: +812 casi oggi in Toscana e due morti. I dati, provincia per provincia

  • Dilettanti, ecco i campionati costretti allo stop

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento