Martedì, 22 Giugno 2021
Università

Tornano in aula gli studenti dell'Università di Siena. Da lunedì 3 maggio lezioni in presenza anche ad Arezzo

La scelta di riprendere in presenza le lezioni, che continueranno a essere offerte anche in modalità a distanza, è stata presa oggi dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo

Da lunedì 3 maggio tornano in aula gli studenti dell'Università di Siena. La scelta di riprendere in presenza le lezioni, che continueranno a essere offerte anche in modalità a distanza, è stata presa oggi dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo, che hanno emanato le nuove linee guida per lo svolgimento delle attività didattiche e di altre attività istituzionali.
“Per venire incontro alle legittime esigenze degli studenti presenti a Siena e ad Arezzo – spiega il rettore dell'Ateneo Francesco Frati - tutti gli insegnamenti dei corsi di laurea, laurea magistrale e dottorato potranno essere seguiti in presenza ed eventuali eccezioni dovranno essere concordate con i direttori di Dipartimento”.
Restano naturalmente confermate le disposizioni per evitare la diffusione del contagio, quali il distanziamento fisico e l'obbligo di indossare la mascherina chirurgica o o FFP2 all'interno delle aule e degli altri spazi universitari, la frequente igienizzazione delle mani, sanificazione e areazione dei locali, e la registrazione all'ingresso dei presidi e delle aule (incluso l’uso del QR-code nel caso in cui sia presente).
Ulteriori linee guida saranno inviate prossimamente a tutti gli studenti dell’area medica in ragione della particolare attenzione necessaria nel presidio didattico per la sua promiscuità con l’Ospedale Le Scotte e in merito all’obbligo della vaccinazione per lo svolgimento dei tirocini didattici nei reparti.
“La raccomandazione a tutti gli studenti, al personale e ai docenti – prosegue il professor Frati - è quella di prestare la massima attenzione nei comportamenti individuali - vero strumento cruciale di prevenzione del contagio - e nel rispetto degli obblighi e delle disposizioni indicate”.

Per quanto riguarda gli esami di profitto, mentre verrà garantita a tutti gli studenti la possibilità di continuare a svolgerli a distanza, i docenti potranno prevederli anche in presenza. Sullo svolgimento degli appelli di laurea in calendario dal 1° giugno l'Ateneo deciderà nelle prossime settimane.
Continueranno ad essere aperti tutti gli altri servizi dell’Ateneo, dalle biblioteche alle sale di studio (dove saranno potenziati gli spazi esterni, particolarmente idonei con l’arrivo della bella stagione), dai dipartimenti ai laboratori didattici e di ricerca.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano in aula gli studenti dell'Università di Siena. Da lunedì 3 maggio lezioni in presenza anche ad Arezzo

ArezzoNotizie è in caricamento