La Sala dei Grandi a disposizione dei laureandi aretini per discutere la tesi

Sarà concessa gratuitamente agli studenti che si laureeranno da remoto, compatibilmente con l'andamento della pandemia

In tempi di pandemia la Provincia di Arezzo mette a disposizione la Sala dei Grandi agli studenti universitari del territorio aretino per la discussione da remoto della Laurea. Silvia Chiassai Martini: “Premetto che gli Atenei Universitari hanno aule e sedi prestigiose, vista la difficile condizione che stiamo vivendo, con piacere mettiamo a disposizione agli studenti che sono in procinto di laurearsi, il Palazzo della Provincia, nel caso in cui desiderassero discutere la tesi da remoto non a casa propria. La Sala dei Grandi può contribuire sicuramente a fare da sfondo ad un momento così importante e solenne quale quello della conclusione del percorso universitario, che a causa della pandemia non è possibile svolgere in presenza negli atenei con familiari e amici. Daremo quindi l’opportunità di richiedere l’utilizzo della sala a titolo gratuito, naturalmente sempre in base all’andamento epidemiologico e alle restrizioni adottate a livello regionale e nazionale, volte a garantire la massima sicurezza. Questo è un modo per stare vicino agli studenti, che in un momento così importante della loro vita, purtroppo vedono questa giornata speciale inevitabilmente condizionata dalla pandemia. Laurearsi nella 'casa dell’intera comunità provinciale' con raffigurati tutti i Grandi di Arezzo che incarnano i valori fondanti della nostra democrazia e della nostra Costituzione, tra cui il diritto allo studio, offrirebbe adeguata solennità istituzionale, anche in questo difficoltoso periodo, facendo sentire la vicinanza dell’intera comunità in una giornata particolarmente importante per lo studente. Anche questo è un modo per dimostrare la concreta vicinanza delle istituzioni verso le nuove generazioni".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente scuola fino al 30 giugno, esami dal 16 e tutti in classe il 6 settembre. Le (possibili) novità

  • Arezzo in dad. Il vicesindaco: "In 14 giorni quarantenati 1.300 cittadini, il rischio è di tornare in zona rossa"

  • Scuola: Arezzo, Castiglion Fiorentino e Lucignano in dad e Sansepolcro riporta gli studenti in classe. Il quadro provinciale

  • "Non cadere nella rete" le azioni degli studenti del Liceo Colonna contro il cyberbullismo

  • Lunedì riaprono le scuole a Sansepolcro

  • "Social ma non per gioco" i corsi per gli studenti di Foiano

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento