Ansia e stress da esami: come vincere le proprie paure

I segreti per dare il massimo

L'ansia e lo stress possono salire con l'avvicinarsi del ritorno a scuola e tra i banchi dell'università, complici gli esami e le prove. C'è stress positivo e stress negativo. Il primo è fisiologico ed a volte diventa lo stimolo in più, quello capace di farci superare di slancio l'ultimo ostacolo. Poi c'è l'ansia. Un fardello terribilmente pesante che vanifica i nostri sforzi, inibendo le nostre capacità.

Nove studenti su dieci soffrono per l'ansia d'esame. Quando si avvicina la fatidica data non riescono a vivere serenamente la propria quotidianità ed incontrano maggiori difficoltà a concentrarsi.

L'ansia d'esame (o da prestazione) rischia di rendere inutili tutte le ore di studio. Ma ci sono dei modi per essere meno ansiosi. Vediamoli insieme.

Tecnica dei loci per la memorizzazione, funziona davvero?

Ansia da esame: quali sono le cause?

Perchè prima di un esame siamo ansiosi.

Le causa maggiore è la paura di fallire, magari facendo brutte figure, bloccandosi, non essendo abbastanza preparati. Si ha paura di non riuscire a laurearsi in tempo e di essere per questo un fallimento per se stessi e per la propria famiglia.

E allora come possiamo uscire da quello che alla fine è un vero e proprio circolo vizioso?

1) Diamo il giusto valore alle cose: l'esame prima o poi va affrontato. Essere nervosi prima di un evento importante è del tutto normale. Se falliremo avremo altre possibilità. Impariamo ad impegnarci al massimo e ad accettare i risultati.
Un eventuale fallimento non è la fine del mondo e neppure di noi stessi. Per questo abbiamo altre possibilità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ansia da esame: i consigli per superarla

  • Impegnarsi nello studio: la consapevolezza di quello che abbiamo fatto ci aiuterà a dominare l'ansia ed a sentirci più sicuri di noi stessi.
  • L'ansia come stimolo: se sappiamo incanalarla nella giusta direzione ci farà sentire il vento in poppa.
  • Il giusto relax: impossibile studiare 24 ore su 24. Le pause nei momenti giusti renderanno la nostra mente più fresca e preparata.
  • Non pensiamo sempre all'esame: non dobbiamo avere un pensiero ossessivo verso l'esame. Impariamo a rilassarci nei modi e nei momenti giusti ed a distrarci, facendo quello che ci piace fare.

Preparatevi all'esame studiando e poi cominciate a sentirvi pronti. Affrontatelo nel modo più sereno possibile dopo aver ricevuto un bell'in bocca al lupo!

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Lezioni online alle medie? Quasi mai fatte, per i nostri figli solo compiti". La testimonianza di tre famiglie

  • Scuola, quando la riapertura? Ipotesi dopo Pasqua e la maturità terrà conto dell'emergenza

  • Niente corona d'alloro ma festa grande per Arianna: un'altra aretina proclamata dottoressa

  • Didattica a distanza tra gap e contraddizioni. Il provveditore: "Dovere civico garantire le video lezioni"

  • Laurearsi al tempo del Coronavirus. Eleonora proclamata dottoressa con la tesi su De André

  • Scuole aretine tra emergenza e digitalizzazione. "Video-lezioni? Non ci tiriamo indietro”

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento