Giovedì, 24 Giugno 2021
Scuola

La moda raccontata dai ragazzi. Gli studenti della Severi produttori e registi per il fashion show di Monnalisa

Un gruppo di alunni dell'indirizzo musicale multimediale dell’istituto comprensivo “Francesco Severi” di Arezzo hanno realizzato un video racconto del Monnalisa Fashion Show, evento tenutosi alla stazione Leopolda

La moda, il glamour, lo scintillio della passerella ma anche la fatica e l’impegno che si celano dietro ogni sfilata. Il racconto, che porta la firma un gruppo di studenti della “Francesco Severi", parte proprio da qui: dal runway. È in calendario per martedì 8 giugno alle 11, presso il teatro Mecenate di Arezzo, l'incontro che vedrà i ragazzi delle classi 2^G e 3^G dell’indirizzo musicale multimediale dell’istituto comprensivo “Francesco Severi” confrontarsi con Piero Iacomoni, creatore insieme a Barbara Bertocci del brand di abbigliamento Monnalisa e Lucia Fanfani della Fondazione Monnalisa Onlus. In quella stessa data verrà presentato il video creato e prodotto da un gruppo di alunni dell’indirizzo musicale multimediale della Severi in occasione della sfilata Monnalisa Fashion Show, evento tenutosi nel gennaio 2020 all’interno della stazione Leopolda di Firenze.

La troupe della Severi ha curato le riprese fotografiche e audiovisive di tutto l’evento dalle fasi di preparazione alla sfilata finale. L’iniziativa, realizzata con il sostegno del Mibact e di Siae nell’ambito del programma Per Chi Crea, rientra nel progetto Sync - Set Your Natural Creativity, con cui l’istituto Serveri ha attivato iniziative formative e culturali rivolte ai giovanissimi al fine di rafforzarne conoscenze e capacità creative, in particolare nel settore audiovisivo cinematografico.

“Dei media si fa esperienza, non si imparano in teoria” spiega Brunero Righeschi, il docente che ha coordinato il progettoE infatti, attraverso un approccio operativo di tipo laboratoriale, i ragazzi hanno potuto sperimentare sul campo percorsi espressivi su base tecnologica che hanno consentito loro di comunicare in modo creativo e personale.

“Con il progetto Sync - prosegue Righeschi - abbiamo voluto promuovere passioni, conoscenza, arte e divertimento, per una fruizione e una produzione effettivamente interattiva, cercando di favorire così l’affermazione diffusa del gusto del bello e di una compiuta democrazia culturale”.

La troupe coinvolta nel progetto ha potuto sia vivere dall’interno la fase di costruzione di uno spettacolo performativo qual è una sfilata di moda e, allo stesso tempo, si è potuta misurare sul campo con gli aspetti pratici legati alla creazione di un prodotto audiovisivo, rivestendo contemporaneamente ruoli tecnici e creativi.

“La partnership al progetto offerta da Monnalisa, una delle realtà economiche più significative dell’aretino, è stata una preziosa occasione di cooperazione nell’ottica di costruire una rete di collaborazione e corresponsabilità fra scuola e territorio per la crescita sociale e culturale dei giovani cittadini – commenta Chiara Savini, dirigente dell’istituto comprensivo Severi - Inoltre recependo le indicazione del piano delle arti e utilizzando tutti gli strumenti dell’autonomia scolastica, l’Istituto ha da tempo assunto tra le sue finalità prioritarie lo sviluppo dei temi della espressività artistica e multimediale, che prevede l’utilizzo di linguaggi alternativi allo scopo di generare ambienti educativi inclusivi e innovativi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La moda raccontata dai ragazzi. Gli studenti della Severi produttori e registi per il fashion show di Monnalisa

ArezzoNotizie è in caricamento