"Scuole aperte ora". Studenti e prof in sciopero dalla dad, ad Arezzo striscioni di protesta

Domani, 26 marzo, la mobilitazione si sposterà in piazza Santissima Annunziata a Firenze

Anche Arezzo aderisce allo sciopero dalla dad indetto per la giornata di domani, venerdì 26 marzo. In 60 città italiane si svolgeranno le mobilitazioni per lo sciopero nazionale della scuola e docente e studenti incroceranno le braccia per chiedere la riapertura in presenza, in sicurezza e in continuità di tutti gli istituti scolastici, dal nido all’università, non oltre il 7 aprile. La mobilitazione è stata indetta da Priorità alla Scuola in concomitanza con lo sciopero proclamato dai Cobas, a cui ha già dato la sua adesione il Coordinamento Nazionale Precari Scuola.

Priorità alla Scuola chiede che "una parte consistente del recovery fund sia riservata al rilancio della scuola pubblica: servizi educativi per l’infanzia, scuola dell’obbligo, superiori di secondo grado, dal nido all’università, il diritto allo studio deve essere tra le vere priorità del Paese; inoltre, si chiede di garantire un incremento della spesa pubblica annua portandola almeno ai livelli della media europea, pari al 5% del Pil". In aggiunta viene anche richiesto "l’immediata riduzione del numero di alunni/e per classe, fissando un tetto massimo di venti; potenziamento di tutto il personale scolastico, con un piano di assunzioni e di stabilizzazione dei docenti precari; adeguamento degli spazi e degli edifici scolastici con ripristino di vecchi edifici e realizzazione di nuovi".

Il Comitato Pas Arezzo parteciperà alla mobilitazione, in svolgimento a partire dalle 9,30 in piazza Santissima Annunziata a Firenze, ma per tenere viva la testimonianza in citta di migliaia di bambini e ragazzi che sono costretti a fare lezione da casa, ha posizionato degli striscioni dove si legge "La scuola non incide sui contagi riaprite ora" affissi in prossimità delle seguenti scuole e enti pubblici: scuola Cesalpino, scuola Margaritone, scuola IV Novembre, scuola Severi, scuola Piero Della Francesca, liceo classico, scientifico, ragioneria, Vittoria Colonna, artistico, Ipsia, tecnico industriale, Comune di Arezzo, Provincia di Arezzo e ufficio scolastico provinciale.

"Centri commerciali aperti e scuole chiuse è consumare senza sapere"

scopiero-dad-scuola2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, pochi casi nelle scuole, ma già 280 quarantene. Le procedure in caso di sospetta variante

  • Concorso “Metti in mostra il tuo talento” alla scuola Maria Consolatrice: i vincitori

  • Bonus cultura: come attivarlo e fare acquisti su Amazon

  • Estar, al via da martedì 13 aprile il maxi concorso per assumere infermieri

  • Riapertura scuole. Tanti: “Prudenti e rigorosi ma non impauriti”

  • Asili nido Arezzo: al via le iscrizioni

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento