Scuola: graduatorie in ritardo, il personale manca. Rabbia famiglie per lo stop ai servizi aggiuntivi

E' oggi i docenti precari sono a Roma per la manifestazione nazionale

"Procedure che dovevano essere anticipate e graduatorie che era meglio se non venivano rinnovate. Siamo in ritardo e credo che il 14 settembre gli organici della scuola non saranno al completo, nonostante il contenimento del Covid preveda l'impiego di personale aggiuntivo."

Numeri che non tornano, posti vacanti. E' preoccupato Maurizio Tacconi della Cgil Scuola di Arezzo. "Ata, docenti precari, collaboratori scolastici, le figure dei segretari amministrativi e poi il personale da considerare fragile dal punto di vista della salute. Sono tutte questioni da risolvere ancora."

Ma c'è anche una nota positiva. Per la prima volta da anni tutti i ruoli dei dirigenti scolastici sono coperti al primo di settembre. Pochi giorni fa c'è stata l'assegnazione. Così il comprensivo Margaritone ad esempio, che vede andare in pensione la preside Silvana Valentini, ha da ieri la dirigente Virginia Palladino.

"Al momento non ci sono notizie di rinunce, quindi tutti gli istituti con il dimensionamento previsto per legge hanno il proprio dirigente - spiega Tacconi - sono rimasti fuori due istituti sottodimensionati che sono quello di Sestino e quello Agrario delle Capezzine che da qualche anno ha un numero inferiore di studenti. Nel primo caso la reggenza è stata assegnata a Cicalini e nel secondo a Tagliaferri."

Altri dirigenti assegnati dalla direzione scolastica regionale sono stati: Chiara Savini all'istituto comprensivo Severi, Stefano Cammerierini all'Isis Buonarroti Fossombroni, Leandro Pellegrini al Cortona 2, Renato Ciofi al comprensivo XIII Aprile di Soci, Andrea Proietti ad Anghiari, Giuseppe De Iasi all'Isis Giovagnoli e Paolo Paradiso al comprensivo di Loro Ciuffenna e Carla Pisanelli al Cpi di Anghiari. Le nomine sono arrivate il 27 di agosto.

Difficoltà invece sono previste negli organici delle segreterie, dove oltre ai posti che non sono stati assegnati c'è da considerare chi lavora con orario part time. E pensare che questo è il ruolo più importante intorno al quale ruota tutta l'organizzazione della scuola in tempo di Covid. "Mancano anche 27 Dsga - spiega Tacconi - coloro che un tempo si chiamavano segretari, è la figura che manda avanti la segereteria e che spesso viene coperta da un facente funzioni."

Precari

Il direttivo dei precari della Toscana del quale fanno parte circa 500 docenti aretini che non hanno la cattedra fissa, oggi è in manifestazione a Roma. La protesta convoglia a livello nazionale per la condizione in cui si trova questa importante fetta di docenti che dopo lunghi anni chiede il posto fisso e la stabilizzazione per coprire in tempo le cattedre vuote.

Oltre a pre e post scuola non ci sarà anche la mensa aggiuntiva

Ma la confusione regna sovrana anche sul fronte dei genitori che lamentano ritardo nelle comunicazioni, difficoltà organizzative familiari in seguito alla sospensione di tutti i servizi aggiuntivi come il pre e il post scuola e la stessa mensa facoltativa. Sono pochi gli istituti comprensivi che hanno comunicato attraverso i propri siti istituzionali procedure Covid e prodotto materiale illustrativo e informativo. In questi giorni si stanno tenendo riunioni e consigli d'istituto e le famiglie attendono di sapere orari di entrata e di uscita e altre indicazioni. 

Niente mascherina al banco se c'è un metro di distanza

Dal comitato tecnico scientifico poche ore fa, è stato sciolto definitivamente il nodo mascherina a scuola: "Nell’ambito della scuola primaria, per favorire l’apprendimento e lo sviluppo relazionale, la mascherina può essere rimossa in condizione di staticità con il rispetto della distanza di almeno un metro e l’assenza di situazioni che prevedano la possibilità di aerosolizzazione (come il canto)."

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Non cadere nella rete" le azioni degli studenti del Liceo Colonna contro il cyberbullismo

  • Opportunità per i Neet di Arezzo, under 18 che non lavorano e non vanno a scuola: 6 corsi biennali gratis

  • Anche a Monte San Savino al via la campagna di vaccinazione

  • La Sala dei Grandi a disposizione dei laureandi aretini per discutere la tesi

  • Laboratorio “SpettAttori” della Libera Accademia del Teatro

  • Dalla Regione 240mila euro per la connettività delle scuole aretine

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento