Martedì, 15 Giugno 2021
Scuola

Maturità 2020: dalle modalità di svolgimento al protocollo di sicurezza

Mancano pochi giorni all'inizio del tanto discusso esame di Stato 2020, il prossimo 17 giugno il via, con le modalità indicate dal Ministero dell'Istruzione e con il protocollo di sicurezza individuato dal Comitato Tecnico Scientifico

Meno di una settimana all'inizio della maturità. Il prossimo 17 giugno il via, con le modalità indicate dal Ministero dell'Istruzione. Prove d’esame in presenza, durata complessiva di circa 60 minuti per candidato, credito scolastico fino a 60 punti e valutazione del colloquio fino a 40 punti. Per quanto riguarda nel dettaglio il colloquio: la discussione dell'elaborato riguarderà le discipline di indirizzo. Vi sarà poi la discussione di un breve testo di lingua e letteratura italiana già oggetto di studio nel quinto anno. In conclusione, sarà fatta un'analisi del materiale scelto dalla commissione per favorire la trattazione delle altre discipline; prevista l'esposizione dell’esperienza di PCTO da parte del candidato (percorsi per le competenze trasversali e per l'orientamento) e l'accertamento di conoscenze e competenze relative a “Cittadinanza e Costituzione”.

Protocollo di sicurezza

Oltre alle modalità di valutazione e svolgimento dell'esame, il Comitato Tecnico Scientifico ha individuato il protocollo di sicurezza che dovrà essere meticolosamente rispettato per agire in massima sicurezza a causa dell'emergenza Covid-19. All'interno dell'aula tutti i presenti, ossia commissari, presidente e candidato, dovranno portare la mascherina e stare ad una distanza di almeno 2 metri l'uno dall'altro. Lo studente potrà portare un solo accompagnatore per ascoltarlo durante il colloquio e dovrà essere provvisto anch'esso di mascherina. Le mascherine dei professori saranno fornite dalla scuola, i candidati dovranno portare la propria. Dovrà essere svolta la pulizia e l'areazione, più volte al giorno, degli ambienti usati per le prove. Non sarà necessaria la misurazione della febbre all'ingresso a scuola, ma basterà compilare il modello di autocertificazione.

I candidati dovranno presentarsi almeno 15 minuti prima della prova per evitare assembramenti e dovranno essere presenti dei percorsi dedicati di ingresso e uscita. Se qualcuno arriverà a scuola con mezzi pubblici avrà la precedenza rispetto ad altri viaggiatori. Si entrerà uno per volta e le pulizie dell'aula verranno effettuate alla fine di ogni sessione d'esame, ossia ogni sera. Poiché si ha paura di defezioni last-minute di alcuni professori per motivi di salute, è pronta una procedura per la sostituzione dei colleghi malati o con la nomina di supplenti ad hoc o con il collegamento in videoconferenza. Sarà il preside a decidere. Infine, è obbligatoria durante il colloquio la presenza del professore di italiano e di quello della materia di indirizzo. Proprio oggi, 11 giugno 2020, è stato organizzato il secondo incontro del tavolo permanente nazionale per gli esami di Stato per verificare l’attuazione presso le istituzioni scolastiche delle indicazioni del Documento tecnico scientifico per gli esami emanato a metà maggio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maturità 2020: dalle modalità di svolgimento al protocollo di sicurezza

ArezzoNotizie è in caricamento