Come impiegare le risorse pubbliche? Come incidere sul capitolato? Il comitato lancia "Pianeta Mensa"

Continua il lavoro del Comitato #giùlemanidallemense

"Se si hanno a disposizione ben 24 milioni di euro di risorse pubbliche da investire in 3 anni nella ristorazione scolastica, come ha annunciato in sede di consiglio comunale l'assessore alla scuola e alla salute Lucia Tanti, perché sprecarle? Questa la domanda che ci poniamo ogni giorno e che poniamo a tutti gli attori della comunità aretina."

Comincia  così la nota stampa del comitato #GiùLeManidalleMense, che torna a parlare dopo gli intensi giorni della delibera di iniziativa popolare portata in consiglio comunale. 

Ci spieghiamo meglio: Perché mai usare una simile astronomica quantità di soldi pubblici per costruire un centro unico di cottura industriale e affiancarlo a 58 aule (una per ogni scuola dai nidi alle primarie) di educazione alimentare per insegnare a bambini e genitori qual'è, come si cucina, che sapore ha, quanto è importante e quanto fa bene il cibo vero, sano, vivo e nutriente, rispettoso dell'ambiente, del lavoro delle persone e del futuro? Secondo noi nessuno. 

E la nostra risposta si rafforza giorno dopo giorno grazie ai contributi scientifici ed esperienziali che stiamo ormai da mesi ascoltando. A partire dal convegno su “Educazione alimentare e salute delle generazioni future” dello scorso febbraio per proseguire adesso con il nuovo ciclo di incontri “Pianeta mensa. Il cibo che trasforma una città: road map aretina tra cibo e sostenibilità”, promosso dal comitato #Giulemanidallemense e iniziato giovedì scorso 4 aprile con la preziosa relazione del dottor Pietro Mascheri, farmacista e fitoterapeuta attivo anche nel settore dell’educazione alimentare in ambito scolastico, che ha trattato il tema de “il bambino felice in salute“ offrendo preziosi spunti di riflessione sulle responsabilità e sulle scelte che famiglie e istituzioni sono chiamate ad offrire alle nuove generazioni in direzione opposta all'incessante pressione mediatica verso il consumo dei prodotti alimentari industriali.

Stiamo quindi cercando di fare tesoro di tutte queste preziose informazioni per trasformarle in proposte concrete e pratiche da portare al tavolo di lavoro sulle mense istituito dall'assessore Tanti. Nel corso dell’ultima riunione è stato infatti chiesto al nostro comitato e agli altri partecipanti di contribuire alla stesura del capitolato per la nuova gara d'appalto triennale 2019-2022 del servizio di ristorazione scolastica prevista a luglio prossimo. Ci auguriamo che la nostra amministrazione voglia e sappia sfruttare quest'importante appuntamento come l’occasione per cambiare marcia e direzione, per dettare nuovi, migliori e più stringenti criteri di qualità delle materie prime, dei menù, di gradevolezza delle ricette, di controllo e di abbattimento dello spreco. L’educazione alimentare promessa dall'assessore non può risolversi nella semplice delega ai dirigenti scolastici ad accogliere nel piano dell'offerta formativa corsi teorici avulsi dalla pratica e dalla reale bontà del cibo messo ogni giorno nel piatto dei bambini. Ecco dunque perché invitiamo tutti i genitori e tutti coloro che hanno a cuore il futuro della ristorazione scolastica aretina a partecipare agli incontri dell'iniziativa "Pianeta Mensa". Perché si tratta di laboratori, di incontri operativi nel corso dei quali con l'aiuto di prestigiosi esperti andremo a definire la proposta dei genitori in seno al tavolo di lavoro sul futuro della mensa scolastica. Un' occasione imperdibile per contare, per pesare, per scrivere la prima pagina di un grande cambiamento.

Il prossimo appuntamento è fissato per giovedì prossimo 18 aprile alle 17:00 al mercato coperto delle Logge del Grano con Marco Schiatti, presidente di Terra Viva.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La mensa scolastica emerge chiaramente come uno snodo fondamentale della politica sociale, sanitaria, economica e ambientale capace di incidere in profondità e di trasformare il tessuto di una intera città. Autorevoli esperti di caratura nazionale e internazionale si sono schierati al nostro fianco e continuano a sostenerci. Di nuovi se ne stanno aggiungendo e ci stanno aiutando ad approfondire ulteriori aspetti di un tema così vasto e complesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scuole chiuse per il ballottaggio. Dura lettera di un gruppo di genitori: "Un altro stop è vergognoso"

  • Scuola, altri quattro giorni di stop per il ballottaggio. Al Redi la didattica mista

  • "Grazie per averci ospitato nella vostra scuola", nella lavagna il messaggio dei poliziotti dopo le elezioni

  • Come ordinare i libri scolastici e averli a casa in 24 ore

  • Accoglienza per le matricole, intervalli doppi e mascherine: così il primo giorno di scuola nell'Aretino

  • Tamponi negativi, riprendono le lezioni in presenza nelle classi di Rassina dopo il caso di Covid

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento