"Grazie per averci ospitato nella vostra scuola", nella lavagna il messaggio dei poliziotti dopo le elezioni

"Al termine del servizio due nostri dipendenti hanno inteso salutare i bambini della classe dove hanno riposato, lasciando loro un messaggio sulla lavagna"

"Grazie bambini per averci ospitato nella vostra scuola. I vostri disegni e i vostri giochi ci hanno fatto compagnia. Non smettete mai di sorridere, il mondo ha bisogno di voi!" Firmato 'I poliziotti della questura di Arezzo".

Questo il messaggio che due agenti in servizio nei giorni delle elezioni per presidiare i seggi all'interno delle scuole hanno lasciato in una lavagna. Un saluto e un ringraziamento ai bambini che la frequentano per le lezioni.

Lo scorso fine settimana infatti ad Arezzo, come in tutto il territorio nazionale, si è svolto il referendum costituzionale. Questo centro, come molti altri, è stato interessato anche dalle elezioni regionali e comunali.

Come di consueto la Polizia di Stato, come le altre forze di polizia, è stata chiamata a svolgere il servizio di ordine e sicurezza pubblica all’interno delle scuole ove vengono allestite le sezioni elettorali, allo scopo di garantire il libero esercizio di voto e prevenire ogni tentativo di disturbo o turbamento dell’ordine pubblico.

"Durante la permanenza nelle varie scuole i nostri agenti - fanno sapere dalla Questura di Arezzo - hanno soggiornato giorno e notte nei locali normalmente frequentati dagli alunni, potendo ammirare i disegni e i lavori dei bambini, che sono attaccati sulle pareti delle varie classi.

Al termine del servizio due nostri dipendenti hanno inteso salutare i bambini della classe dove hanno riposato, lasciando loro un messaggio sulla lavagna, col quale hanno ringraziato dell’ospitalità  e hanno fatto apprezzamenti sui loro disegni e i loro giochi invitandoli a non smettere mai di sorridere.

Ebbene, queste semplici parole sicuramente d’effetto, destinate a giovanissimi quanto attenti interlocutori, vogliono essere un messaggio di speranza, atteso anche il particolare momento storico, ma anche una affettuosa carezza, pur se a distanza, della Polizia di Stato ai nostri bambini, che rappresentano il futuro della società."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Didattica a distanza e bus aggiuntivi: arriva l'ordinanza della Toscana. Ingressi scaglionati nei centri commerciali

  • Didattica a distanza al 75% e entrate alle nove? Attesa per la decisione della Regione Toscana

  • Scuola, Giani firma l'ordinanza: "Didattica digitale al 75% e massima inclusione per soggetti fragili"

  • Roberto Curtolo torna ad Arezzo. È il nuovo dirigente scolastico dell'ufficio provinciale

  • Ultimo giorno per iscriversi al master sulla gestione dei conflitti e le azioni umanitarie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ArezzoNotizie è in caricamento