Come cambia l'esame di terza media ai tempi del Coronavirus

L'elaborato interesserà solo un parte del programma, ma dovrà essere discusso dall'autore davanti ai propri insegnanti

Si è parlato molto degli esami di terza mediache il Coronavirus non permetterà di svolgere in aula. Le scuole sono chiuse ormai da mesi, la didattica online è stata attivata per accompagnare tutti gli alunni verso la fine di un anno scolastico che ovviamente comporterà gli esami di rito per alcuni seppure con una formula diversa.

Come riporta il sito istituzionale del MIUR, "In linea con quanto previsto dal decreto scuola di aprile, studentesse e studenti saranno valutati attraverso lo scrutinio finale che terrà conto anche di un elaborato da consegnare prima del termine delle lezioni. L’argomento dell’elaborato sarà concordato con i docenti, valorizzando il percorso fatto da ciascuno studente. Sarà presentato oralmente, in modalità telematica, davanti al consiglio di classe, sempre entro il termine delle lezioni e sarà valutato in sede di scrutinio finale sulla base dell’originalità, della coerenza con l’argomento assegnato, della chiarezza espositiva".

La tesina quindi non verrà più inviata ai docenti come sembrava in un primo momento, con gli insegnanti che avrebbero poi valutato il documento. La novità è quella di una tesina che sarà inviata ai docenti, ma sarà discussa dalla studentessa e dallo studente davanti ai propri insegnanti.

Il colloquio e la valutazione finale

Il punto fermo è l'assenza di prove scritte con il solo orale. L’elaborato, sarà una sorta di “tesina” e non dovrà per forza riguardare tutte le discipline. Il colloquio sarà rigorosamente online,e verterà su più discipline: potrà incentrarsi anche su una sola parte del programma svolto. Alla fine, il voto prenderà in considerazione più elementi: certamente l'elaborato e la sua esposizione, ma anche quanto fatto dallo studente durante l'intero percorso scolastico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Niente scuola fino al 30 giugno, esami dal 16 e tutti in classe il 6 settembre. Le (possibili) novità

  • Arezzo in dad. Il vicesindaco: "In 14 giorni quarantenati 1.300 cittadini, il rischio è di tornare in zona rossa"

  • Scuola: Arezzo, Castiglion Fiorentino e Lucignano in dad e Sansepolcro riporta gli studenti in classe. Il quadro provinciale

  • "Non cadere nella rete" le azioni degli studenti del Liceo Colonna contro il cyberbullismo

  • Carriera in divisa: ad Arezzo i corsi di preparazione

  • Lunedì riaprono le scuole a Sansepolcro

Torna su
ArezzoNotizie è in caricamento